Provocazioni dal Nord, una grossa bugia.

articolo di Un Jong Chol, dal Rodong Sinmun del 23 marzo 2013, traduzione a cura di Luca Tentori, per statoepotenza.eu

L’accrescersi della tensione in Corea è attribuita dagli Stati Uniti d’America e dai loro lacché sud-coreani alle incessanti “provocazioni” dal Nord. Essi trovano anche una scusa per i loro deliranti sforzi bellici dalle intensificate “provocazioni” da parte di qualcuno. Poco tempo fa, il comandante delle forze statunitensi nel Pacifico ha bollato le nostre contromisure autodifensive come causa della più grande inquietudine nel mondo e ha avviato i preparativi contro una possibile emergenza. Nel frattempo, il comandante del comando strategico statunitense ha descritto in nostro test nucleare sotterraneo come una minaccia, rivelando il suo malvagio piano di rafforzamento del loro sistema BMD. Insistendo sullo stesso tono con i caporioni americani, i capi delle autorità militari-fantoccio e persino il Primo Ministro-fantoccio, visitando alcune aree sulla linea del fronte, hanno parlato di “rappresaglie” e “punizioni dieci volte più forti”.
Come abbiamo già dichiarato numerose volte, il lancio del nostro satellite e la costruzione di un nostro proprio deterrente nucleare non deve essere contestato da nessuno. E’ un esercizio dei nostri diritti alla sovranità, e un giustificabile atto per difendere i supremi interessi della nazione e aprire un’ampia via per lo sviluppo indipendente della nazione. La loro protesta circa le “provocazioni dal Nord” è una bugia per giustificare il permanere della presenza delle truppe statunitensi nella Corea del Sud e un pretesto per camuffare il loro sporco tentativo di un attacco armato contro il Nord. Inoltre, il loro tentativo di formare un gruppo congiunto di combattimento e intensificare la funzione del Comando delle Nazioni Unite serve completamente ad un solo proposito: conservare la presenza dell’Esercito degli Stati Uniti in Corea del Sud il più a lungo possibile. La realtà svela la bugia dei rumorosi avvisi degli Stati Uniti circa le “provocazioni dal Nord”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...