Il rappresentante permanente della RPDC all’ONU invia una lettera al Segretario Generale dell’ONU

Il rappresentante permanente della RPDC all’ONU ha inviato una lettera al segretario generale dell’ONU il 26 ottobre.

Nella lettera egli ha proposto un piano dettagliato per organizzare un forum internazionale di esperti legali per verificare le fondamenta legali della “risoluzione di sanzioni” del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite contro la Repubblica Popolare Democratica di Corea (RPDC).

La lettera dice:

Poiché i dubbi sulla giustificazione legale e morale della “risoluzione di sanzioni” del Consiglio di Sicurezza dell’ONU stanno ora aumentando nella comunità internazionale, il forum internazionale testé proposto è la sede ove la legalità della “risoluzione di sanzioni” può essere valutata dal punto di vista della giustizia e della correttezza.

In questo forum le seguenti questioni possono essere dibattute come punti all’ordine del giorno:

La “risoluzione di sanzioni” del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che ha proibito i lanci di satelliti della RPDC è conforme al diritto internazionale il quale stipula chiaramente che l’uso pacifico dello spazio è un diritto inalienabile degli Stati?

La “risoluzione di sanzioni” del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che ha proibito i test nucleari della RPDC ha validità legale in una situazione in cui la legge internazionale sul bando totale dei test nucleari non è ancora entrata in vigore?

I membri permanenti del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che impediscono l’entrata in vigore della legge internazionale sul bando totale dei test nucleari hanno alcuna giustificazione morale per proibire i test nucleari di altri paesi?

Il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha condannato i test nucleari e i lanci di satelliti della sola RPDC quali “minacce alla pace e alla sicurezza internazionali” e imposto sanzioni senza considerare simili test e lanci da parte di altri paesi. Questi doppi standard del Consiglio di Sicurezza sono conformi agli articoli 2 e 51 della Carta delle Nazioni Unite che riconoscono i princìpi di eguaglianza sovrana e diritto all’autodifesa delle nazioni?

Oltre a ciò, i partecipanti al forum possono proporre altre questioni quali punti all’ordine del giorno.

Vorremmo richiedere ancora una volta al Segretariato dell’ONU di organizzare il forum internazionale di esperti legali per una data la più prossima possibile.

Rodong News Team

Annunci

2 pensieri su “Il rappresentante permanente della RPDC all’ONU invia una lettera al Segretario Generale dell’ONU

  1. Senza anlcun dubbio è una scelta ponderata e intelligente, oltre che condivisibile e diplomaticamente appropriata. Ci auguriamo che venga accolta con intelligenza e buon senso e non con l’arroganza e il pregiudizio che, negli ultimi tempi, hanno contraddistinto le scelte delle Nazioni Unite.

  2. La legittimità dell’istanza del rappresentante del rappresentante della RPDC è indiscutibile. Resta da vedere se ciò avrà seguito nel forum proposto oppure avranno meglio le pressioni dell’imperialismo statunitense e dei suoi accoliti, pronti a infamare con ogni mezzo un paese libero e sovrano come la RPDC, che esercita il suo pieno diritto nel difendere e rafforzare la propria autonomia.
    R. Alessio – KFA Torino

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...