Tenuto il quarto Summit Nord-Sud. Kim Jong Un incontra e tiene colloqui col Presidente Mun Jae In

Pyongyang, 27 maggio (KCNA) — Lo storico quarto summit nord-sud ha avuto luogo alla Casa della Pace nella parte nord di Panmunjom il 26 maggio Juche 107 (2018) all’improvviso.

Kim Jong Un, segretario del Partito del Lavoro di Corea, presidente della Commissione Affari di Stato della RPDC e comandante supremo dell’Esercito Popolare di Corea, è arrivato alla Casa della Pace per incontrare e dialogare col Presidente della Corea del Sud Mun Jae In.

Panmunjom, la storica terra giunta una volta sotto i riflettori del mondo come simbolo di pace per un nuovo inizio delle relazioni nord-sud e l’apertura di una nuova era di riconciliazione ed unità, è stata testimone del significativo incontro tra i dirigenti massimi del nord e del sud ancora una volta dopo 29 giorni.

Le guardie d’onore dell’Esercito Popolare di Corea si sono allineate alla Casa della Pace, luogo dei colloqui, per ricevere il Presidente Mun Jae In.

Lo stimato Dirigente Supremo Kim Jong Un ha calorosamente accolto il Presidente Mun Jae In e ha scambiato saluti con quest’ultimo, arrivato alla Casa della Pace dopo aver attraversato la linea di demarcazione a Panmunjom.

I due dirigenti massimi erano molto contenti di tenere uno storico incontro ancora una volta in questo storico luogo a distanza di un mese, e si sono calorosamente stretti la mano.

Prima dei colloqui, il Presidente Mun Jae In ha scritto un commento nel libro degli ospiti alla Casa della Pace come ricordo della sua visita nell’area nord, che così recita: “Pace e prosperità della penisola coreana, insieme al Presidente della Repubblica Popolare Democratica di Corea Kim Jong Un. 26-5-2018, il Presidente della Repubblica di Corea Mun Jae In”.

Kim Jong Un e Mun Jae In, stringendosi fermamente la mano, si sono fatti scattare una foto a ricordo dello storico quarto summit nord-sud.

Kim Jong Un ha stretto la mano a tutte le personalità del sud che accompagnavano Mun Jae In, una per una, condividendo con loro il piacere dell’incontro.

Quindi sono iniziati i colloqui tra Kim Jong Un e Mun Jae In.

Presente per il nord era Kim Yong Chol, vicesegretario del Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea, e per il sud vi era So Hun, direttore del Servizio Nazionale d’Intelligence.

Ai colloqui si sono avuti profondi scambi di opinioni per affrontare i problemi da risolversi per dare rapido seguito alla Dichiarazione di Panmunjom firmata al terzo summit nord-sud e per realizzare la denuclearizzazione della penisola coreana e raggiungere la pace regionale, stabilità e prosperità; i problemi cui si trovano di fronte il nord e il sud; e la questione relativa allo svolgimento con successo del summit RPDC-USA.

Kim Jong Un e Mun Jae In hanno concordato che le due parti dovranno aver fiducia e prendersi cura l’una dell’altra ed esercitare sforzi congiunti per assicurarsi che la Dichiarazione di Panmunjom, che riflette il desiderio unanime di tutti i coreani, sia attuata al più presto.

I dirigenti massimi del nord e del sud hanno concordato di tenere i colloqui ad alto livello tra il nord e il sud il 1° giugno e di accelerare ulteriormente il dialogo nei vari campi tra cui quello tra le autorità militari e le Croci Rosse.

Essi hanno condiviso l’idea di incontrarsi frequentemente in futuro per rendere più attivo il dialogo e unire giudizio e impegno, esprimendo la loro posizione di compiere sforzi comuni per la denuclearizzazione della penisola coreana.

Kim Jong Un ha ringraziato Mun Jae In per il grande impegno da egli profuso per il summit RPDC-USA in programma per il 12 giugno, e ha espresso la sua ferma volontà per gli storici colloqui RPDC-USA.

Kim Jong Un ha detto a Mun Jae In di cooperare positivamente l’un con l’altro come sempre per migliorare le relazioni RPDC-USA e mettere in moto un meccanismo per una pace permanente e durevole.

Essi hanno raggiunto un consenso soddisfacente nelle questioni discusse ai colloqui.

Kim Jong Un ha calorosamente abbracciato Mun Jae In scambiandosi saluti di commiato, con la promessa di incontrarsi nuovamente un giorno.

I dirigenti massimi del nord e del sud hanno ascoltato a cuore aperto l’uno le opinioni dell’altro sulle questioni cruciali rimaste in sospeso, senza formalità, e hanno avuto un dialogo schietto. L’incontro offre un’altra occasione storica per aprire un nuovo capitolo nello sviluppo delle relazioni nord-sud.

Il quarto summit nord-sud tenutosi a Panmunjom, entrato nella storia come un simbolo di riconciliazione ed unità nazionali, di pace e prosperità, darà a tutti i coreani nuove speranze e vitalità.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fonte: DPRK Today

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...