Il socialismo coreano avanza al passo di Mallima (2)

Proseguiamo la traduzione e pubblicazione degli articoli inviatici dall’ambasciata della RPD di Corea, in occasione del prossimo 70° anniversario della nascita della Corea socialista.

***

Amore per il futuro nella RPDC

La storia registra molti episodi sulla nobile virtù dei grandi uomini a cui importava il bene delle giovani generazioni.

Ma nessuno è uguale ai leader della Repubblica Popolare Democratica di Corea, i quali hanno dedicato loro stessi per innalzare le giovani generazioni a successori della rivoluzione con la nobile visione che loro sono tesori preziosi che prenderanno il futuro del paese.

Il presidente Kim Il Sung disse che l’amore per le giovani generazioni è il più devoto e dinamico tipo di amore umano; è il più puro e bello di tutti i peani dedicati all’umanità.

Quale piacere troveremmo nelle nostre vite senza bambini? – questo era il suo motto. E avanzò l’aforisma che i bambini sono i re del paese.

Dicendo che si sentiva felice quando era con i bambini, si mescolava sempre con loro. Impegnato com’era vedeva lo spettacolo dell’anno nuovo degli scolari ogni giorno di inizio anno, dicendo che i re del paese lo stavano aspettando.

Anche se il paese ha affrontato le peggiori difficoltà a causa delle mosse degli imperialisti per isolarlo e soffocarlo e le gravi calamità naturali nella seconda metà degli anni 90, dopo la morte del presidente (8 luglio 1994), il leader Kim Jong Il assicurò che tali politiche per bambini come l’istruzione obbligatoria universale di 11 anni sarebbe rimasta e continuata ad essere applicata senza interruzioni; quando il popolo visse una grave carenza di cibo, Kim Jong Il fece in modo che il latte di soia fosse fornito ai bambini ogni giorno come prima. C’è una storia che racconta che quando Kim Jong Il sul suo ritorno a Pyongyang dopo un’ispezione vide dei camion trasportare latte per i bambini, si assicurò che la sua macchina si fermasse per far passare i camion. Un’altra storia dice che quando si diresse all’unita difensiva del paese dell’Esercito Popolare di Corea, lui salutò i bambini che stavano andando al campo per bambini. Questa storia lascia intravedere i tratti di Kim Jong Il che ha amato i bambini più di chiunque altro; ha fatto di tutto per dar loro felicità e ha trovato il suo più grande piacere in questo.

Le politiche di amore per le generazioni future del Supremo Leader Kim Jong Un smuovono tutti.

Quando venne tenuto il Sesto Congresso dell’Unione dei Bambini di Corea, i 20.000 delegati vennero nella capitale di Pyongyang con treni, navi e aerei grazie alle misure prese da Kim Jong Un in persone, ed egli stette con loro un intero giorno, facendo fotografie e guardando i loro spettacoli artistici.

Quando passò da una piccola nave di legno ad un’unità della KPA (Esercito Popolare di Corea) che difendeva un’isola estesa in un punto caldo del mare occidentale di Corea, lui tenne in braccio un bambino di 6mesi figlio di un ufficiale, dandogli un caloroso amore. Sembrava come se fosse andato sull’isola per vedere il bambino e non per ispezionare l’unità.

Il suo amore per i bambini va oltre l’immaginazione.

Quando visitò l’orfanotrofio e la Casa del bambino a Pyongyang di recente costruzione, lui disse che come vide i bambini felici, provò un senso di orgoglio per il lavoro utile fatto, nonostante il percorso difficoltoso e, che stava facendo la rivoluzione per provare quelle emozioni. Sentendo una canzone cantata dagli orfani lui pianse e, tenendoli in braccio disse che il sorriso gioioso dei bambini e il loro cantare Noi siamo i più felici del mondo risuone più forte su questa terra.

In un discorso di congratulazioni alla Conferenza nazionale congiunta dell’Unione dei bambini di Corea tenuta nella celebrazione del 66° anniversario dalla sulla fondazione, intitolato Diventare pilastri sostenendo un prosperoso futuro della Corea lui disse che l’illimitato amore del paese per le giovani generazioni è teso a formarle come persone competenti e istruite, moralmente sani e fisicamente forti, e pilastri di una fiorente Corea.

Un albero deve crescere dritto dal tempo in cui è giovane; solo così potrà diventare utile dopo la sua crescita.

In questo senso, il discorso di congratulazione di Kim Jong Un può essere definito un profondo progetto di perfezionamento dell’essere umano.

Un canadese disse: da tempi antichi, l’uomo che ama i bambini è onesto e giusto, e il paese che rispetta una politica di amore per i bambini è il più bello.

La Corea del Nord è molto più bella di quanto noi ne sappiamo, è una terra celeste splendente sul vertice del mistero.

***

Risoluzione dei diritti umani della Corea del Nord: Cosa c’è dietro?

Nel mese di aprile la 37° Sessione del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha adottato una risoluzione, denunciando la situazione dei “diritti umani” nella Repubblica Popolare Democratica di Corea.

Com’è noto, attualmente lo spirito di riconciliazione e cooperazione procede alto sulla penisola coreana e l’atmosfera di pace e stabilizzazione sta fremendo nel nord-est dell’Asia. La risoluzione va contro questa situazione. Quindi, cosa è in fondo la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite?

Sarebbe consigliabile guardare indietro alle “risoluzioni dei diritti umani” anti-RPDC del passato adottate nell’arena delle Nazioni Unite. In primo luogo, esaminiamo la risoluzione adottata in occasione della riunione plenaria della 69° Sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Ancora vivido nella memoria di molte persone è il fatto che la relazione presentata dal comitato investigativo sulla situazione dei “diritti umani” della RPDC, la base della risoluzione, si è successivamente rivelata essere fabbricata. Sin Tong Hyok, sulla cui “testimonianza” si è basato principalmente il rapporto, ha confessato di aver commesso spergiuro. Anche gli autori del rapporto erano dubbiosi. Nel suo articolo, intitolato, Nord Corea, ONU e dichiarazione di guerra, Christopher Black, un membro dell’associazione degli avvocati sotto il Senato del Canada e avvocato penalista internazionale, ha scritto: E’ abbastanza sorprendente che tre membri del comitato d’inchiesta hanno avuto una carriera di coinvolgimento in organizzazioni affiliate alla CIA.

Sulla base di queste simili segnalazioni false, il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite così come l’ONU ha adottato numerose “risoluzioni dei i diritti umani” contro la RPDC. Che la risoluzione adottata nella 37° Sessione del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite mirava ad intensificare la pressione internazionale sul paese può essere facilmente provato dal fatto che questa è stata basata su documenti falsi come la relazione del comitato investigativo.

Contrarie ai contenuti delle risoluzioni, molte persone che sono state in Corea del Nord, hanno acquisito un’esperienza diretta delle reali condizioni dei diritti umani e hanno scritto molti articoli. Il servizio di notizie online russo Sputnik ha riportato l’articolo di un serbo che ha visitato il paese da turista. Nell’articolo, intitolato, La realtà della Corea del Nord è abbastanza diversa da come è stata propagandata, egli ha scritto che era stato abituato a sentire la propaganda e le leggende che i nord coreani erano sull’orlo della fame, vivendo sull’erba e indossando abiti malandati, ma la realtà era ben diversa. L’amministratore delegato della compagnia malese Johns Nicholson ha scritto dopo la sua visita nel paese: Quello che posso dire con certezza è che la RPDC è un paese per essere umani, la terra ideale in questo mondo, come un cristiano che adora Dio, io penso che questa sia il paradiso in terra che la gente di tutto il mondo deve visitare, dove l’uomo è valorizzato di più e le persone con nobili tratti spirituali e morali si aiutano e guidano l’un l’altro vivendo felicemente.

Nonostante questo, il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite sta adottando una “risoluzione dei diritti umani” contro il paese una dietro l’altra, e perché? Le forze ostili verso il paese stanno progettando d’intensificare la pressione internazionale contro di esso usando questa agenzia internazionale, e il consiglio è stato ridotto ad uno strumento di queste forze che perseguono i loro obiettivi politici.

Al fine di garantire i diritti umani autentici su scala mondiale, il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite dovrebbe riconquistare l’equità e l’oggettività in conformità con la sua nobile missione e il suo nobile scopo.

***

Il piacere del leader

Kim Jong Il (1942-2011), presidente eterno della Commissione di Difesa Nazionale della Repubblica Popolare Democratica di Corea, è stato il leader del popolo che ha trovato il suo piacere nel fare ogni cosa possibile a beneficio di questo.

Il serbatoio di nuova costruzione

Mentre veniva a conoscenza della condizione di una città, Kim Jong Il notò che i residenti di un distretto della città erano invidiosi di quelli di un altro distretto perché utilizzavano un’acqua di rubinetto di maggiore qualità. Lui subito fece analizzare nei dettagli l’acqua di quest’ultimo distretto. L’analisi indicò che la qualità era normale. Ma fornire loro l’acqua di qualità dall’altro distretto richiedeva un’enorme quantità di denaro e una costruzione complicata.

Comunque, come venne informato dei loro desideri, non poté trascurarli. Dicendo che niente deve essere risparmiato per l’interesse del popolo, adottò misure per iniziare il progetto di costruzione. Di conseguenza, venne costruito un serbatoio per il distretto e ogni casa fu provvista di acqua di rubinetto di qualità.

Il popolo è re

Un giorno Kim Jong Il visitò un ospedale dentistico costruito in una provincia. Guardandosi intorno, disse con gioia che non c’era un ospedale così grande e bello come questo a Pyongyang, e che era davvero un buon ospedale moderno costruito in una città con una vasta popolazione di lavoratori.

Un funzionario di provincia che lo aveva guidato, gli spiegò riguardo tutti i propositi delle attrezzature e dei prodotti di ultima tecnologia e scienza. Lui disse che tali strutture in altri paesi venivano usate solo per re o presidenti, e che gli esperti stranieri si chiedevano perché la Corea stesse comprando queste strutture per un ospedale locale.

Ridendo esclamò che non c’è nessun re nella RPDC, Kim Jong Il aggiunse che nel paese le persone sono i padroni, e che erano i lavoratori che dovevano usare le attrezzature.

Da allora l’ospedale ha dato cure dentistiche ad un gran numero di lavoratori.

Il tempo stringe

Durante un’ispezione sul campo, Kim Jong Il passò per un cantiere edile. Guardando fuori dal finestrino della macchina, chiese se quello era il cantiere per il teatro. Quando un funzionario rispose affermativamente, lui disse che avrebbe voluto vederlo. Preoccupato per il suo rigido programma, il funzionario gli chiese se avrebbe potuto vedere la costruzione un altro giorno. Kim Jong Il replicò: non importa quante cose devo fare e quanto sono impegnato, devo visitare il cantiere, come faccio a passare davanti senza visitarlo se la costruzione del teatro è un progetto per i lavoratori. E disse all’autista di fermarsi.

Guardando in giro diverse costruzioni, lui espresse soddisfazione per il fatto che il teatro fosse più grande e più fresco di stile rispetto ad uno di Pyongyang. Dopo aver sottolineato che il teatro dovesse essere costruito in breve periodo e fresco di stile, disse che dopo la sua costruzione avrebbero dovuto costruire un parco di fronte ad esso per potersi abbinare bene al teatro. Prima di lasciare il cantiere, selezionò i giochi da installare nel parco e spiegò nei dettagli come proteggerli.

Sotto la sua cura il teatro venne costruito meravigliosamente.

 

A cura di Simone Lobasso

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...