Discorso di Capodanno di Kim Jong Un

Care genti e soldati dell’Esercito Popolare in tutto il paese,

Cari compatrioti,

Cari compagni e amici,

Salutando il 2018, in cui abbiamo decorato la storia della patria, della rivoluzione e della nazione con eventi significativi e lasciato un’altra impronta indelebile nella storia, diamo il benvenuto al nuovo anno 2019 pieni di speranza.

In questo ingresso nell’anno nuovo, estendo accorati saluti a tutto il popolo e ai soldati che hanno dedicato tutto se stessi alla causa dell’edificazione socialista, di pari passo col nostro Partito e con la sua stessa idea nei giorni emozionanti dell’anno trascorso, e auguro che le case in tutto il paese trabocchino di affetto, speranza e felicità.

I miei calorosi auguri di capodanno vanno anche ai compatrioti al sud e all’estero, che hanno condiviso la nostra volontà di scrivere una nuova storia di riconciliazione, unità, pace e prosperità della nazione.

Auguro successi nel lavoro dei capi di Stato e degli altri amici stranieri che lavorano per il progresso sociale e lo sviluppo della pace globale e della giustizia.

Compagni,

Il 2018 è stato un anno storico nel quale hanno avuto luogo cambiamenti notevoli nella situazione interna ed estera e in cui la nostra edificazione socialista è entrata in una nuova fase grazie alla linea di indipendenza e decisione strategica del nostro Partito.

La 3^ Sessione Plenaria del 7° Comitato Centrale del Partito tenuta lo scorso aprile è stata un’occasione cruciale per sviluppare la nostra rivoluzione a uno stadio nuovo e per continuare l’accelerazione dell’avanzata del socialismo sulla base della grande vittoria della linea della promozione simultanea dei due fronti. Seguendo la via dell’ardua lotta con la fede nella vittoria sicura del socialismo, il nostro popolo ha creato coi propri sforzi una garanzia sicura per difendere la propria sovranità e raggiungere la pace e la prosperità e si è reso capace di iniziare una grande avanzata rivoluzionaria per raggiungere obiettivi ancora più grandi per la costruzione di un paese prospero.

Grazie ai nostri sforzi attivi e positivi, una corrente orientata verso la pace è stata creata sulla penisola coreana e il prestigio internazionale della nostra Repubblica ha continuato ad aumentare, e in ciò abbiamo celebrato il 70° anniversario della fondazione della gloriosa RPDC con splendore, gran dignità e fiducia in noi stessi.

Attraverso gli eventi celebrativi svoltisi in settembre, la potenza della RPDC, che ha raggiunto la coesione dell’intera società e l’unità unanime del Partito e del popolo e che possiede un’affidabile economia auto-sostentantesi e capacità di difesa autosufficienti, e l’ardente volontà dell’eroico popolo coreano di combattere fino alla fine per la vittoria della causa socialista sono state dimostrate appieno davanti agli occhi del mondo.

L’anno scorso il popolo intero ha consolidato le fondamenta dell’economia auto-sostentantesi mobilitandosi nella lotta per attuare la nuova linea strategica del Partito di concentrare tutti gli sforzi sull’edificazione economica.

Sono stati compiuti avanzamenti significativi e pregevoli nella lotta per attuare la linea di orientare l’economia nazionale sul Juche. La capacità di generazione del Complesso di energia termica di Pukchang è stata notevolmente incrementata, il Complesso siderurgico “Kim Chaek” e quello del Hwanghae e altri stabilimenti metallurgici sono stati costruiti sulla base del loro successo nell’adozione dell’orientamento Juche nella produzione e sono stati compiuti sforzi dinamici per rafforzare le basi indipendenti dell’industria chimica. La qualità dei vari veicoli e dei prodotti dell’industria leggera che allietano la nostra vista in quanto prodotti coi nostri sforzi, con la nostra tecnologia e le nostre risorse, è stata innalzata a un livello superiore e si è realizzata la loro produzione massiva, deliziando il nostro popolo.

La classe operaia dell’industria carboniera, in difesa della linfa vitale dell’economia auto-sostentantesi, ha condotto un’intensa campagna per la produzione quando si era a corto di tutto e il settore agricolo ha mosso una lotta senza quartiere per aumentare la produzione di cereali, dando così i natali a un gran numero di unità e allevatori ad alto rendimento anche in condizioni climatiche avverse.

L’industria delle munizioni, rispondendo dal cuore alla chiamata militante del nostro Partito a concentrare tutti gli sforzi sull’edificazione economica, ha prodotto vari macchinari agricoli, attrezzature edili, prodotti cooperativi e beni di consumo, dando così un impulso allo sviluppo economico e al miglioramento del tenore di vita del popolo.

L’anno scorso i mastodontici progetti di costruzione, volti a glorificare l’era del Partito del Lavoro in base al piano e alle operazioni a lungo termine del Partito, hanno proceduto in maniera tridimensionale e su grande scala. Questo ha dimostrato nella realtà il forte coraggio della Corea socialista che non si piega mai di fronte alle avversità ma avanza di vittoria in vittoria spingendo con maggior forza, così come il potenziale inesauribile della nostra economia indipendente.

Conformemente alla decisione della Sessione Plenaria di aprile del Comitato Centrale del Partito di realizzare una svolta rivoluzionaria nella scienza e nell’istruzione, il settore della scienza e della tecnologia ha presentato apprezzabili risultati nelle ricerche volte ad accelerare la crescita delle industrie di alta tecnologia e a rivitalizzare l’economia nazionale; il lavoro per rendere moderna e scientifica l’istruzione ha acquisito slancio, le condizioni didattiche e l’ambiente sono stati modernizzati in molte università, licei, scuole medie ed elementari in tutto il paese.

Il settore dell’arte e della cultura ha prodotto e messo in scena un grandioso spettacolo ginnico e artistico di massa, suscitando una reazione positiva in patria e all’estero e dimostrando vividamente il livello avanzato dell’arte orientata sul Juche, le sue caratteristiche peculiari e i suoi vantaggi.

Compagni,

Attraverso la lotta dell’anno scorso, che ha aggiunto una nuova pagina di orgogliose vittorie agli annali della nostra rivoluzione, ci siamo convinti ancora una volta della validità della nostra causa e della forza invincibile del nostro Stato. Grazie alla lotta indomita del nostro popolo contro la sfida dell’ingiustizia, la potenza dello sviluppo autonomo del nostro Stato si è accresciuta su una base solida e la causa dell’edificazione di un potente paese socialista progredisce a un passo più rapido.

Avvalendomi di questa opportunità, vorrei estendere i miei accorati ringraziamenti, ancora una volta, al popolo intero e ai soldati dell’Esercito Popolare per aver avanzato senza sosta lungo il cammino della vittoria indicato dal Partito, compiendo così gesta che brilleranno fulgidamente nella storia del nostro paese.

Compagni,

Avendo acquisito esperienza e forza nella lotta per glorificare la nuova era della rivoluzione Juche, il nostro Partito e il nostro popolo iniziano la marcia del nuovo anno pieni di maggiore fiducia e ambizione.

Quest’anno ci troviamo di fronte il compito di espandere la capacità del paese di svilupparsi indipendentemente per aprire prospettive radiose al fine di compiere un passo avanti verso l’edificazione socialista.

Abbiamo la forza e le basi per anticipare un futuro più radiante del socialismo tramite i nostri sforzi e abbiamo anche sviluppato la nostra strategia e i nostri metodi creativi a tal fine. Lavorando duro con spirito indefesso sul principio di fiducia in sé, aderendo alla nuova linea strategica del Partito, la forza del nostro paese raddoppierà e i sogni e gli ideali del nostro popolo si avvereranno.

“Apriamo una nuova via per far avanzare la costruzione socialista sotto la bandiera dispiegata della fiducia in sé!”: questo è lo slogan che dovremo mantenere. Dovremo realizzare uno slancio rivoluzionario su tutti i fronti dell’edificazione socialista considerando la fiducia in sé come una preziosa spada per la prosperità, uno spirito che è sempre stato bandiera di lotta e forza motrice di balzi in avanti nell’intero corso della rivoluzione coreana.

La potenza dell’economia socialista indipendente dovrà essere ulteriormente rafforzata.

Dovremo fare affidamento sulle nostre forze tecniche e risorse e sull’alto spirito creativo e sull’entusiasmo rivoluzionario di tutto il popolo così da raggiungere con successo gli obiettivi strategici dello sviluppo economico nazionale ed entrare in una nuova fase di crescita.

Dovremo pianificare appropriatamente e implementare fino in fondo le politiche nazionali volte a mantenere, rafforzare e dare nuova energia all’economia nazionale nel suo insieme.

Si dovranno prendere misure strategiche per valorizzare appieno le potenzialità dell’economia auto-sostentantesi e utilizzare i nuovi elementi e la forza motrice per lo sviluppo economico, e si dovranno sfruttare in modo conveniente la forza-lavoro e le risorse materiale del paese per l’edificazione economica. Dovremo concentrarci sull’anello principale del lavoro economico nazionale, ripotenziare gli altri anelli della catena e promuovere lo sviluppo a lungo termine del paese, così da spingere in avanti la sua rivitalizzazione.

Il metodo di gestione dovrà essere innovato per realizzare in modo soddisfacente la direzione unificata dello Stato sull’insieme dell’economia e dare pieno slancio all’entusiasmo volontario e alle abilità creative dei lavoratori. Il Consiglio dei Ministri e altri organi di direzione statale ed economica dovranno migliorare la pianificazione, la tariffazione e la gestione monetaria e finanziaria in linea con la legge economica socialista e assicurarsi che le leve economiche abbiano un effetto positivo sulla rivitalizzazione della produzione e sulla riproduzione allargata nelle aziende. Dovranno aggiustare le strutture e il sistema di lavoro per incrementare l’efficienza del lavoro economico e per far sì che le aziende conducano senza intoppi i loro affari.

Gli uomini di talento, la scienza e la tecnologia sono le nostre principali risorse strategiche e le armi con cui realizziamo un grande balzo in avanti nell’edificazione socialista.

Lo Stato dovrà promuovere coscientemente la formazione di talenti e lo sviluppo scientifico e tecnologico e incrementare il suo investimento su di essi.

È necessario migliorare la qualità della formazione di talenti che si caricheranno sulle spalle lo sviluppo socioeconomico migliorando i contenuti e i metodi d’insegnamento in conformità con la tendenza mondiale dello sviluppo dell’istruzione e le esigenze della pedagogia. Dovremo definire un alto obiettivo di sviluppo delle nuove tecnologie e concentrare i nostri sforzi sulla ricerca nelle tecnologie di base di grande importanza pratica ed economica, così da assicurare la forza motrice della crescita economica. Dovremo altresì prendere misure istituzionali cosicché gli istituti di ricerca e le aziende, in stretta collaborazione, possano incrementare la produzione e lo sviluppo tecnologico e valorizzare la creatività intellettuale.

Ogni settore dell’economia nazionale dovrà lanciarsi nel centrare gli obiettivi della strategia quinquennale per lo sviluppo economico nazionale.

Dovremo dirigere gli sforzi principali ad alleviare la carenza di elettricità per aprire una breccia nella rivitalizzazione dell’economia nazionale.

Uno dei compiti più importanti e pressanti nell’edificazione economica socialista per quest’anno è incrementare radicalmente la produzione di elettricità.

Concentrando gli investimenti statali sull’industria dell’energia elettrica per mantenere e rafforzare le sue attuali fondamenta e farne un uso massimo ed efficace per rinnovare e modernizzare uno per uno i settori e i progetti più necessari, possiamo, per il momento, innalzare la generazione di energia al massimo livello annuale.

Dovremo considerare il problema di allentare la morsa sull’elettricità come un compito di tutto lo Stato, portare a un livello superiore la costruzione di centrali idroelettriche tra cui quelle di Orangchon e Tanchon e creare una capacità di generare maree, venti ed energia atomica in base a un piano lungimirante. Le province, le città e le prefetture dovranno sviluppare ed utilizzare in modo efficiente varie fonti di energia disponibili nelle loro aree locali.

L’industria carboniera è un fronte primordiale nello sviluppo dell’economia auto-sostentantesi.

Solo quando il carbone sia prodotto in massa possiamo risolvere il problema dell’elettricità e soddisfare la domanda di carburante ed energia per i vari settori dell’economia nazionale, tra cui l’industria metallurgica.

L’industria carboniera dovrà incanalare gli sforzi, come prima cosa, nella fornitura di carbone alle centrali termiche cosicché possano normalizzare la generazione di energia elettrica senza interruzioni.

L’intero paese dovrà fornire un’attiva assistenza ideologica e spirituale, materiale e tecnica alle miniere di carbone e lo Stato dovrà prendere misure stringenti per fornire in modo responsabile strutture e materiali necessari per la produzione di carbone e per le buone condizioni di vita dei minatori.

Si dovrà realizzare uno sviluppo maggiore nell’istituzione dell’orientamento Juche nelle industrie metallurgiche e chimiche, i due pilastri dell’edificazione economica.

L’industria metallurgica dovrà abbassare al minimo i costi di produzione perfezionando gli aspetti scientifici e tecnologici dei processi di produzione di ferro e acciaio orientati sul Juche ed assicurando la loro normale operatività, oltre a tracciare e attuare un piano operativo per fornire loro quantità adeguate di minerale di ferro, refrattari e ferro-leghe per soddisfare la loro maggiore capacità di produzione.

L’industria chimica dovrà intensificare la produzione di fertilizzanti fosfatici e lo sviluppo dell’industria chimica C1, sviluppare le industrie di glauberite e di fibre sintetiche e migliorare le attrezzature e i processi tecnici, già attivi, in modo che risparmino energia e impiego di manodopera. Quest’anno andrà fatto uno sforzo a livello nazionale per far funzionare a pieno regime le fabbriche di fertilizzanti chimici e aumentare la produzione all’impianto “8 Febbraio” dedicato alla produzione del Vinylon.

Le ferrovie e gli altri settori del trasporto dovranno lanciare un’intensa campagna per rafforzare la disciplina e aumentare le loro capacità di trasporto e di traffico, in modo da alleviare la pressione sui trasporti. L’industria per la costruzione di macchine dovrà aggiornare le tecniche di progettazione e di lavorazione, per sviluppare e produrre una varietà di macchinari e di attrezzature moderni secondo le nostre esigenze e condizioni reali.

Migliorare radicalmente il livello di vita delle persone è una questione di massima importanza per il nostro Partito e per lo Stato.

Sul fronte agricolo, che rappresenta il punto d’inizio nell’edificazione economica socialista, si dovrà condurre una campagna per aumentarne la produzione.

Il Consiglio e gli altri settori pertinenti dovranno fornire orientamenti scientifici e tecnici efficaci per ciascun processo agricolo e fornire una quantità sufficiente di materiali necessari per l’agricoltura di quest’anno, aumentando così in modo decisivo la produzione di cereali. Essi dovranno rispettare le opinioni e gli interessi degli agricoltori, che sono i principali referenti del settore agricolo, soddisfacendo in questo modo le esigenze del principio socialista della distribuzione in modo appropriato.

È necessario compiere i quattro obiettivi chiave che sono stati stabiliti dal Partito per lo sviluppo dell’allevamento: modernizzare e rafforzare le basi dell’allevamento come gli allevamenti di polli, incoraggiare l’allevamento congiunto attraverso le fattorie cooperative insieme all’allevamento da parte dei singoli agricoltori, in modo da fornire alle persone un maggiore quantitativo di carne e uova.

Il settore della pesca dovrà consolidare le sue basi materiali e tecniche, porre la pesca e la cultura produttiva ittica su una base scientifica per proteggere e aumentare le risorse acquatiche, in modo da aprire una nuova strada per lo sviluppo dell’industria ittica.

Il settore dell’industria leggera, sostenendo coerentemente la bandiera della modernizzazione delle linee di produzione e ottenendo dall’interno del paese tutto ciò che serve per la produzione migliorerà la qualità della sua produzione; in questo modo verranno forniti vari tipi di beni di consumo che saranno apprezzati dalle persone, e garantirà che le province, le città e le contee rinnovino costantemente i processi produttivi delle fabbriche di condimenti e degli altri tipi di piante gestite localmente, e manterranno il loro normale funzionamento facendo affidamento sulle risorse destinate e sulle materie prime disponibili localmente.

Anche quest’anno andremo avanti, in modo audace, con enormi progetti di costruzione per la prosperità nazionale e il benessere delle persone.

L’intero Partito, l’intero esercito e tutta la popolazione trasformeranno la prefettura di Samjiyon in un modello di moderna città di montagna, un villaggio socialista ideale, e saranno completati anche gli altri progetti di costruzione che rappresenteranno lo sviluppo dell’era attuale, tra cui l’Area turistica costiera Wonsan-Kalma e le altre nuove aree turistiche. È importante migliorare costantemente la progettazione architettonica e i metodi di costruzione, garantire la produzione interna e una migliore qualità dei materiali di rifinitura in modo da costruire tutte le strutture architettoniche in modo magnifico e con il nostro stile, per offrire alla nostra gente una vita felice e colta. Con i progetti di costruzione a livello nazionale in corso su vasta scala, sarà necessario incrementare la capacità di produzione del cemento e degli altri materiali da costruzione così come è stato pianificato.

Dovremo sostenere sforzi impegnativi per attuare i compiti previsti dalla seconda fase della campagna di ripristino forestale, migliorare l’architettura del paesaggio, la gestione urbana e l’amministrazione stradale, e prendere ogni precauzione contro l’inquinamento ambientale.

Tutti i settori e tutte le unità produttive dovranno impegnarsi per soddisfare le loro quote, previste dal piano economico nazionale in tutti i suoi indici, identificando e inserendo ogni riserva, possibilità e potenziale, aumentando in questo modo la produzione e l’economia reale.

La forza politico-ideologica del nostro stato socialista dovrà essere aumentata in ogni modo possibile.

È necessario unire solidamente i larghi settori delle masse attorno al Partito applicando, in maniera completa, nelle attività del Partito e dello stato la visione e la filosofia d’azione orientata a favore de popolo.

Gli organi di partito e di governo e le organizzazioni dei lavoratori dovranno dare la priorità assoluta agli interessi delle persone, qualunque siano i loro obiettivi e i loro compiti; dovranno prestare orecchio alle opinioni sincere dei lavoratori, dare priorità ai loro desideri e qualsiasi cosa sia benefica per loro, sforzandosi di tradurli in realtà senza condizioni. Ovunque, in qualsiasi momento e in qualsiasi circostanza, dovranno compiere sforzi disinteressati e devoti per il bene della gente, dirigere l’attenzione primaria sul loro sostentamento e assicurarsi che tutti traggano beneficio dalla politica di affetto e fiducia, che ha l’obiettivo di occuparsi e prendersi cura di tutti loro. Dovranno intensificare la lotta per sradicare gli episodi di abuso di potere, di burocratismo e corruzione sia seri che banali, che altrimenti devasterebbero per intero l’armonia esistente tra il Partito e le masse e minerebbero il sistema socialista.

Tuttavia, la situazione e le circostanze potrebbero cambiare e i membri del Partito e tutti gli altri lavoratori dovranno considerare, come elemento prioritario della loro fede, il principio del nostro stato e rafforzare la costruzione economica socialista a modo nostro. Dovranno glorificare la grande storia del paese, dinanzi agli occhi del mondo, lavorando con sincera devozione e con il desiderio patriottico di sviluppare, contando sui propri sforzi, la loro patria: la preziosa terra del socialismo che hanno difeso di generazione in generazione.

Dobbiamo accelerare la costruzione della civiltà socialista.

Dovremo consolidare in tutta la società l’abitudine rivoluzionaria allo studio e per una vita culturale e emozionante, in modo che tutte le persone possiedano conoscenze versatili e raggiungano i livelli culturali richiesti dallo sviluppo dei tempi odierni. Il settore dell’arte e della letteratura dovrà creare splendide opere tra cui film e canzoni che riflettono i tempi e la realtà e toccano le corde del cuore della gente, arricchendo così la ricchezza spirituale e culturale della nazione e dando un forte impulso alla grande marcia rivoluzionaria di oggi.

Dobbiamo assicurarci che tutte le persone comprendano i vantaggi del sistema della sanità pubblica socialista modernizzando le fabbriche di apparecchi farmaceutici e medici, aggiornando le istituzioni mediche e aumentando il livello e la qualità del servizio medico. Le attività sportive basate sulla partecipazione di massa dovranno essere condotte in modo vivace e andrebbero sviluppate tecniche sportive specializzate in modo da diffondere nel paese vigore ed ottimismo e affinché gli sportivi continuino a dimostrare la saggezza e la forza dei coreani nelle competizioni internazionali.

Dovremo lanciare un forte impulso per stabilire uno stile di vita socialista e nobilitare la disciplina morale, assicurandoci così che non vengano seguite pratiche immorali e incolte che vanno contro le emozioni e la visione estetica della nostra gente. Così facendo, possiamo trasformare l’intera società in una grande, armoniosa famiglia piena di eccellenza morale e teneri sentimenti.

Continueremo a incrementare la capacità di difesa nazionale.

L’Esercito Popolare continuerà a difendere in modo affidabile il Partito, la rivoluzione e la sicurezza del paese e del popolo e continuerà a compiere prodezze miracolose in tutti i settori di costruzione socialista, come in passato, attenendosi alla politica in quattro punti per trasformarsi in un potente esercito. Così facendo, dimostrerà in pieno la forza dell’esercito rivoluzionario, la forza invincibile dell’esercito del nostro Partito.

Le Forze di Sicurezza Interna del Popolo Coreano, che costituiscono lo scudo rosso della rivoluzione, dovranno difendere fino alla morte il nostro Partito, sistema e popolo e le Guardie Rosse degli Operai e dei Contadini dovranno effettuare uno sforzo per incrementare nel rafforzare quest’anno la loro efficienza di combattimento, in occasione del 60° anniversario della loro fondazione.

La potente capacità di autodifesa è la pietra miliare a garanzia dell’esistenza stessa di uno stato ed è necessaria per salvaguardare la pace.

Il complesso delle industrie destinato alla produzione delle munizioni dovrà, da una parte, aumentare costantemente la capacità di difesa nazionale fino a raggiungere il livello dei paesi più avanzati del mondo, intensificando gli sforzi per consolidare l’industria della difesa basandosi sull’idea Juche e sulla modernità e garantire quindi la pace nella penisola coreana con la forza delle armi e dall’altra sostenere attivamente la crescita economica.

Per portare a termine con successo i compiti militanti che ci attendono quest’anno, i funzionari insieme ai principali esponenti della rivoluzione dovranno raddoppiare gli sforzi e lottare con determinazione e coraggio.

Non sono altro che le masse popolari a costituire la forza motrice di questo processo e sono responsabili dell’attuazione della politica del Partito e inoltre conoscono meglio di chiunque altro le condizioni attuali. I funzionari dovranno sempre immergersi nella realtà pulsante, vedere tutto con i propri occhi e condurre un’analisi completa di come stanno le cose; dovranno mescolarsi in profondità con le masse, condividerne il vitto e l’alloggio e motivarli per risolvere eventuali difficoltà che possono sorgere. Dovranno definire le loro idee e i loro intenti in linea con i piani del Partito, migliorare costantemente le loro abilità pratiche e ampliare i loro orizzonti. In questo modo diventeranno degli organizzatori competenti e dei lavoratori pratici che compiono sforzi senza risparmiarsi per raggiungere in maniera completa gli obbiettivi stabiliti dal Partito. Dovranno impegnarsi per affrontare qualsiasi sfida e compito, lavorare fino a notte fonda riflettendo su come portare benefici e miglioramenti nella vita del paese e della gente e trovare il valore del loro lavoro nella risata felice della gente.

Oggi i giovani dovranno svolgere un ruolo importante nella promozione dell’edificazione socialista.

Con lo stesso spirito e coraggio che hanno mostrato negli ultimi anni per compiere imprese leggendarie nella nuova era in risposta all’appello militante del Partito, dovranno onorare il loro titolo di avanguardia nelle posizioni rivoluzionarie che il Partito gli ha affidato. Nell’attuale epoca agitata, dovranno diventare pionieri della nuova tecnologia, creatori di nuova cultura e precursori di un grande balzo in avanti; dovranno assicurarsi che il vigore e la resistenza giovanile soverchino qualsiasi ostacolo, in qualunque settore.

Ciò è necessario per aumentare in modo decisivo il ruolo delle organizzazioni di Partito.

Le organizzazioni del Partito, a qualsiasi livello, dovranno condurre il lavoro politico e ideologico in modo crescente e in linea con le esigenze dei tempi e della rivoluzione in via di sviluppo; per far sì che la nostra gente possa concretizzare liberamente la forza del suo spirito indomito in tutti i fronti della costruzione della società socialista. Dovranno dare una spinta ai funzionari amministrativi ed economici in modo che possano delineare i progetti e fornire orientamenti per attuare la politica del partito in modo responsabile, e promuovere in maniera zelante l’innovazione collettiva, la collaborazione nei loro settori e unità. I comitati di partito provinciali, delle città e della contea dovranno intraprendere una lotta vigorosa per dare una svolta allo sviluppo dell’agricoltura, dell’istruzione e delle industrie locali.

Compagni,

L’anno trascorso è stato un anno emozionante che ha visto un fenomenale cambiamento senza precedenti nella storia della divisione nazionale che dura da 70 anni.

Con l’intenzione di inaugurare un’era di riconciliazione nazionale, pace e prosperità per porre fine allo stato innaturale di divisione in cui risiede la penisola coreana, che ha sofferto di una costante crisi bellica, abbiamo adottato misure coraggiose e audaci per realizzare una grande svolta nelle relazioni tra nord e sud fin dall’inizio dello scorso anno.

Ed è stato un avvenimento senza precedenti che in un solo anno si siano svolti tre turni di incontri e colloqui inter-coreani, tra grandi aspettative e interesse sia in patria che da parte dei popoli di tutto il mondo; ciò dimostra chiaramente come le relazioni nord-sud siano entrate in una fase completamente nuova.

La Dichiarazione di Panmunjom, la Dichiarazione Congiunta di Pyongyang di Settembre e l’accordo nord-sud in campo militare, che sono stati adottati riflettendo la fermezza e la volontà di inaugurare un’era di pace in cui la guerra non esista più nella penisola coreana, sono di grande significato, come se si trattasse di una dichiarazione virtuale di non aggressione in cui il nord e il sud si sono impegnati a porre fine alla guerra fratricida basata sulla forza delle armi.

Mentre gli sportivi del nord e del sud mostravano la saggezza e la forza della nazione partecipando fianco a fianco nelle competizioni internazionali, gli artisti andavano e venivano tra Pyongyang e Seoul per alimentare l’entusiasmo per la riconciliazione nazionale e la riunificazione.

Abbiamo compiuto il primo significativo passo verso la prosperità comune della nazione promuovendo progetti di cooperazione in vari settori, tra cui le ferrovie, strade, forestazione e sanità pubblica, superando in maniera risoluta numerosi ostacoli e difficoltà.

I cambiamenti sorprendenti che si sono verificati lo scorso anno nelle relazioni inter-coreane hanno convinto tutti i connazionali che quando uniamo le idee e gli sforzi, possiamo trasformare la penisola coreana nella vera casa della nazione, che sia la più pacifica e prosperi per sempre.

Sebbene fosse il primo passo, il Nord e il Sud hanno incanalato intenzioni e giudizio per invertire la tendenza delle relazioni inter-coreane, dagli estremi della sfiducia e dello scontro a quelli della fiducia e della riconciliazione, per realizzare in breve tempo risultati che erano inimmaginabili nel passato. Sono molto soddisfatto di questo.

Nel nuovo anno 2019 dovremo incrementare i nostri sforzi per rafforzare le relazioni inter-coreane, raggiungere la pace, la prosperità e riunificare il paese sulla base degli inestimabili risultati realizzati lo scorso anno meravigliosamente adornato di eventi senza precedenti.

Tutti i cittadini dovranno tenere alto lo slogan «Inauguriamo un periodo di pace, di prosperità e di riunificazione della penisola coreana realizzando completamente le storiche dichiarazioni del nord e del sud!».

È nostra ferma volontà sradicare le ostilità militari tra il nord e il sud e rendere la penisola coreana una zona di pace duratura.

Nord e Sud, come da accordi, dovranno prendere attivamente misure pratiche per rimuovere l’ostilità militare sull’intera penisola coreana, in terra, mare ed aria, come conseguenza della sua cessazione nelle aree di scontro.

Dato che il nord e il sud si sono impegnati a progredire lungo la strada della pace e della prosperità, noi sosteniamo che le esercitazioni militari congiunte con forze straniere, che sono fonte di inasprimento della situazione sulla penisola, non dovranno essere più permesse e l’introduzione di equipaggiamenti bellici, ivi incluse le risorse strategiche dall’esterno, dovrà essere completamente sospesa.

È inoltre necessario promuovere attivamente negoziazioni multilaterali per passare dall’attuale cessate il fuoco nella penisola coreana ad un meccanismo di pace, in stretto contatto con i firmatari dell’accordo di armistizio, in modo da gettare una base duratura e sostanziale per il mantenimento della pace.

Tutti i connazionali dovranno unirsi come un sol uomo, essendo consapevoli che l’artefice della pace sulla penisola è la nostra nazione, al fine condurre una forte lotta per affrontare e debellare tutte le azioni volte a distruggere la pace e incitare le tensioni militari su questa terra.

La cooperazione e gli scambi inter-coreani dovranno essere ampliati e sviluppati a tutto campo affinché la riunificazione e l’unità nazionale possano essere consolidate e i connazionali possano praticamente beneficiare dal miglioramento delle relazioni nord-sud.

Per il momento, noi siamo disposti a riattivare la zona industriale di Kaesong e il turismo sul Monte Kumgang senza alcuna precondizione e senza chiedere nulla in cambio, nella considerazione della difficile condizione degli imprenditori del lato sud che avevano avviato attività nella zona industriale di Kaesong e del desiderio dei compatrioti del sud di visitare la famosa montagna della nazione.

Quando il nord e il sud si stringeranno le mani saldamente e faranno affidamento sulla forza unita dei connazionali, nessuna sanzione esterna o pressione, sfida o prova sarà in grado di ostacolare i nostri sforzi per aprire un’ampia strada alla prosperità nazionale.

Noi non tollereremo mai l’interferenza o l’intervento di forze straniere che ostacolano la riconciliazione, l’unità e la riunificazione nazionale con programmi per subordinare le relazioni inter-coreane ai loro fini ed interessi.

Il nord e il sud non dovranno dissolvere l’atmosfera favorevole di oggi, quando tutto l’interesse e l’aspirazione dei cittadini alla riunificazione stanno crescendo senza precedenti, ma cercare attivamente di di completare il piano di riunificazione basato su un accordo nazionale, sforzandosi sinceramente e totalmente a tal fine.

Tutti i connazionali del nord, del sud e dell’estero dovranno incrementare gli sforzi per sostenere ulteriormente il cammino nazionale per l’attuazione delle dichiarazioni nord-sud, e glorificare così quest’anno come un anno storico in cui un altro cambiamento radicale è stato raggiunto nello sviluppo delle relazioni inter-coreane e nella realizzazione della causa della riunificazione nazionale.

Compagni,

Lo scorso anno il nostro Partito e il governo della nostra Repubblica hanno compiuto sforzi responsabili per salvaguardare la pace e la sicurezza del mondo e ampliato e rafforzato rapporti di amicizia con diversi paesi.

Le tre visite nella Repubblica Popolare Cinese e la visita della delegazione cubana nel nostro paese sono stati eventi straordinari per potenziare la comunicazione strategica e i tradizionali legami di amicizia e cooperazione tra i paesi socialisti.

L’anno scorso sono state fatte frequenti visite e scambi a livello di Partito, stato e governo tra la RPDC e molti paesi del mondo, con il risultato che si è approfondita la comprensione reciproca e si è confermata la posizione e la volontà di promuovere un sano sviluppo della comunità internazionale.

Gli storici colloqui al vertice tra RPDC e USA, i primi in assoluto, hanno portato a una svolta storica nelle relazioni bilaterali che erano le più ostili sulla terra e hanno reso un grande contributo per garantire pace e sicurezza alla penisola coreana e alla regione.

Stabilire una nuova relazione bilaterale che soddisfi la domanda della nostra era, come chiarito nella dichiarazione congiunta RPDC-USA del 12 giugno scorso, è la posizione invariabile del nostro Partito, del governo della nostra Repubblica e la mia ferma volontà: costruire un regime di pace duraturo e avanzare verso una completa denuclearizzazione.

Di conseguenza, abbiamo dichiarato in patria e all’estero che non avremmo più fabbricato e collaudato, né utilizzato o diffuso armi nucleari e abbiamo adottato varie misure pratiche.

Se gli Stati Uniti risponderanno alla nostra iniziativa, con previ sforzi, misure adeguate e corrispondenti azioni pratiche, le relazioni bilaterali si svilupperanno meravigliosamente a un ritmo elevato attraverso un processo che si concluderà con misure più definite ed epocali.

Non abbiamo l’intenzione di rimanere ossessionati dal rapporto ostile tra i nostri due paesi, né di mantenerlo, ma siamo pronti a sistemarlo il più presto possibile e a lavorare per creare una nuova relazione in linea con le aspirazioni dei due popoli e le esigenze dei tempi che cambiano.

Come evidenziato dalla realtà delle relazioni tra nord e sud che hanno fatto rapidi progressi lo scorso anno, nulla è impossibile per un cuore volenteroso, e le due parti raggiungeranno senz’altro destinazioni reciprocamente vantaggiose se formuleranno proposte eque sui principi di riconoscimento e rispetto reciproco, abbandonando la loro ostinata insistenza e conducendo negoziati con un posizione adeguata e la volontà di risolvere i problemi.

Voglio credere che le nostre relazioni con gli Stati Uniti porteranno buoni frutti quest’anno, così come le relazioni inter-coreane hanno segnato una grande svolta, grazie agli sforzi di entrambe le parti.

Sono dell’idea che durante gli incontri e i colloqui del giugno scorso con il presidente degli Stati Uniti, che sono stati positivi per entrambi i lati, ci siamo scambiati opinioni costruttive e raggiunto una comune intesa per una scorciatoia nella rimozione delle preoccupazioni reciproche e nella risoluzione dei problemi più intricati.

Sono pronto a incontrare di nuovo il presidente degli Stati Uniti in qualsiasi momento e a lavorare per ottenere senz’altro dei risultati che possano essere ben accolti e graditi dalla comunità internazionale.

Ma se gli Stati Uniti non mantengono la promessa fatta davanti agli occhi di tutto il mondo, o pensando di abusare della pazienza del nostro popolo tenteranno di imporci unilateralmente qualcosa e persisteranno nell’imporre sanzioni e pressioni contro la nostra Repubblica, allora potremmo essere costretti a trovare un nuovo modo per difendere la sovranità del paese e gli interessi supremi dello Stato, per raggiungere la pace e la stabilità della penisola coreana.

La situazione stabilizzata nella penisola coreana e nella regione non è mai stata raggiunta con facilità e i paesi che veramente desiderano la pace hanno in comune la responsabilità di dare grande importanza alla situazione attuale. I paesi limitrofi e la comunità internazionale devono sostenere la nostra sincera posizione e gli sforzi per promuovere lo sviluppo positivo della situazione nella penisola coreana e lottare contro tutti gli atteggiamenti e le provocazioni che distruggono la pace e vanno contro la giustizia.

Il nostro Partito e il governo della nostra Repubblica continueranno a rafforzare l’unità e la cooperazione con i paesi socialisti e a sviluppare relazioni con tutti i paesi che ci sono amici, sotto gli ideali di indipendenza, pace ed amicizia.

Compagni,

Stiamo iniziando il tragitto del nuovo anno mentre ci prepariamo ancora una volta con determinazione a lavorare devotamente per il nostro paese, la nostra patria e le risate più felici delle giovani generazioni.

Ciò di cui siamo convinti ancora una volta, mentre passiamo in rassegna con orgoglio l’anno passato, in cui abbiamo fatto rapidi progressi mentre aprivamo la strada con la fede nelle nostre forze di fronte al duro blocco e alle sanzioni economiche, è la verità che il nostro paese è pienamente capace di avanzare dinamicamente lungo la strada dello sviluppo del socialismo nel nostro stile tramite la grande forza e il lavoro del nostro popolo, senza alcuna assistenza esterna o altro tipo di aiuto.

Anche quest’anno affronteremo ostacoli e sfide costanti nei nostri progressi, ma nessuno può cambiare la nostra determinazione e volontà e fermare il nostro vigoroso avanzamento e il nostro popolo raggiungerà con successo e senza errore i suoi meravigliosi ideali e obiettivi.

Lavoriamo tutti energicamente, con una sola idea e volontà, per la prosperità e lo sviluppo dell’autentico paese del popolo, la patria socialista.

A cura di Jean-Claude Martini, Matteo Boscarelli e Simone Lobasso

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...