Resoconto della IV sessione plenaria del VII Comitato Centrale del PLC

La IV sessione plenaria del VII Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea si è svolta nella sede del Comitato Centrale del PLC il 10 aprile.

Kim Jong Un, Presidente del PLC, ha diretto la sessione.

Essa è stata presenziata dai membri del Presidium dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC, dai membri e membri supplenti dell’Ufficio Politico e del Comitato Centrale e dai membri della Commissione Centrale di Controllo del PLC.

Hanno partecipato anche alcuni vicedirettori dipartimentali del CC del PLC e altri membri in qualità di osservatori.

Kim Jong Un ha presieduto la riunione su autorizzazione dell’Ufficio Politico.

La sessione plenaria ha discusso i seguenti punti:

  1. Mantenere alta la bandiera della fiducia nelle proprie forze nell’edificazione socialista
  2. Sul piano per la formazione dei corpi dirigenti statali da presentarsi alla I sessione della XIV Assemblea Popolare Suprema
  3. Questioni organizzative

Si è discusso il primo punto all’ordine del giorno, su cui Kim Jong Un ha presentato una relazione.

In essa egli ha compiuto un’analisi scientifica del mutato contesto internazionale e sulle peculiarità della situazione attuale che vanno acuendosi giorno dopo giorno, e ha chiarificato la caratteristica principale dei recenti colloqui al vertice tra RPDC e USA e la posizione del Partito in relazione ad essi. Ha sottolineato la necessità di proseguire più vigorosamente l’edificazione socialista facendo leva sull’economia nazionale auto-sostentantesi in modo confacente alle condizioni locali specifiche del paese e sulla base dei nostri sforzi, della nostra tecnologia e delle nostre risorse per assestare un colpo mortale alle forze ostili che schiumano di rabbia, pensando ingenuamente che le sanzioni possano sottomettere la RPDC.

Ha passato in rassegna, facendone il bilancio, i successi e i limiti nella lotta per accelerare l’edificazione socialista sotto la bandiera dispiegata della fiducia nelle proprie forze dopo il VII Congresso del PLC e ha definito gli obiettivi e i compiti immediati da portarsi a compimento senza errore al fine di dimostrare ulteriormente la potenza dell’economia auto-sostentantesi.

Ha fatto riferimento ai grandi successi nell’edificazione socialista in tutti i campi e le regioni ad opera delle varie unità negli ultimi anni, attraverso l’indomita offensiva sotto la bandiera della fiducia nelle proprie forze e dell’autosufficienza.

Ha notato che sono stati fatti grandi progressi nella lotta per basare l’economia nazionale sul Juche e sull’auto-sostentamento e che la forza segreta della RPDC e l’enorme potenziale della sua economia indipendente sono state chiaramente dimostrate sia in patria che all’estero, aggiungendo che attraverso i notevoli successi raggiunti nell’edificazione socialista ha potuto percepire intensamente più e più volte che la nostra linea è giusta.

La fiducia nelle proprie forze e l’economia nazionale auto-sostentantesi sono le fondamenta dell’esistenza del nostro tipo di socialismo, la forza motrice della sua avanzata e del suo sviluppo e la linfa vitale eterna essenziale per i destini della nostra rivoluzione, ha evidenziato.

Notando che la questione prima e principale che sorge nell’acceleramento dell’edificazione socialista sotto la bandiera dispiegata della fiducia nelle proprie forze è fornire una sicura garanzia al fine di porre l’economia nazionale in una nuova fase di crescita espandendo e rafforzando le fondamenta dell’economia auto-sostentantesi, ha chiarificato dettagliatamente i compiti immediati per i settori dell’economia nazionale.

I funzionari di tutti i settori e le unità dovranno fare del loro meglio per lo sviluppo della scienza e dell’istruzione, tenendo presente che i successi nei vari campi e nelle varie unità così come il presente ed il futuro dell’edificazione socialista dipendono dall’attuazione accurata della politica del Partito di dare importanza alla scienza, all’istruzione e ai talenti, ha detto.

Ha posto un’enfasi speciale sulla valorizzazione decisiva del ruolo delle organizzazioni di Partito nella lotta per accelerare vigorosamente l’edificazione socialista sotto la bandiera dispiegata della fiducia nelle proprie forze.

Poi sono stati pronunciati discorsi sul primo punto.

Gli oratori hanno espresso pieno ed unanime sostegno allo storico rapporto di Kim Jong Un che ha chiarito le immortali linee guida a cui aderire in quanto linfa vitale nella lotta per l’edificazione di un potente paese socialista.

La sessione ha quindi discusso il secondo punto.

Kim Jong Un ha chiesto di discutere una proposta per la formazione dei corpi dirigenti statali, tra cui la Commissione Affari di Stato, il Presidium dell’Assemblea Popolare Suprema e il Consiglio dei ministri della Repubblica Popolare Democratica di Corea da sottoporsi alla I sessione della XIV Assemblea Popolare Suprema.

La sessione plenaria ha deciso, con approvazione unanime, di sottoporre la proposta alla I sessione della XIV Assemblea Popolare Suprema. Quindi è passata alla discussione del terzo punto: le questioni organizzative.

Ha richiamato ed eletto i membri del Presidium dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale e i membri e membri supplenti dell’Ufficio Politico.

Kim Jae Ryong, Ri Man Gon, Choe Hwi, Pak Thae Dok, Kim Su Gil, Thae Hyong Chol e Jong Kyong Thaek sono stati eletti membri dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC.

Jo Yong Won, Kim Tok Hun, Ri Ryong Nam, Pak Jong Nam, Ri Hi Yong e Jo Chun Ryong sono stati eletti membri supplenti dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC.

La sessione plenaria ha richiamato ed eletto i membri e membri supplenti del Comitato Centrale e i membri della Commissione Centrale di Controllo.

Ha sollevato ed eletto i vicesegretari del Comitato Centrale.

Pak Pong Ju e Ri Man Gon sono stati eletti vicesegretari del Comitato Centrale del Partito.

La sessione plenaria, inoltre, ha richiamato ed eletto i membri della Commissione Militare Centrale del Partito.

Kim Jae Ryong, Ri Man Gon, Thae Jong Su e Kim Jo Guk sono stati eletti membri della Commissione Militare Centrale.

Sono stati sollevati ed eletti direttori di alcuni dipartimenti del Comitato Centrale.

Ri Man Gon, Jang Kum Chol e Kim Tong Il sono stati nominati direttori dipartimentali del Comitato Centrale.

Sono stati nominati i primi vicedirettori dipartimentali del Comitato Centrale: Jo Yong Won, Kim Jo Guk e Kim Yong Su.

La sessione ha sollevato e nominato i segretari dei comitati provinciali di Partito.

Kang Pong Hun è stato nominato segretario del comitato provinciale del Jagang, Pak Chang Ho segretario del comitato provinciale del Nord Hwanghae, Ri Chol Man segretario del comitato provinciale del Sud Hwanghae e Kim Chol Sam segretario del comitato cittadino di Namp’o.

Kim Jong Un ha pronunciato uno storico discorso di chiusura della sessione plenaria.

Ha posto l’accento su alcuni problemi sorti nell’applicazione della posizione e del principio rivoluzionari di fiducia nelle proprie forze.

Anzitutto, ha sottolineato la necessità di avere una chiara comprensione dell’intenzione del Comitato Centrale che ha posto la questione di tenere alta la bandiera della fiducia nelle proprie forze come punto principale della sessione plenaria.

Ha evidenziato che lo spirito fondamentale della IV sessione plenaria del VII Comitato Centrale è che l’intero Partito, il paese nel suo insieme e tutto il popolo dovranno condurre con coraggio una campagna all’ultimo sangue per prendere un grande slancio nell’edificazione socialista, prendendo la fiducia nelle proprie forze come una preziosa spada di prosperità, oggi che l’edificazione di una potenza economica si configura come il principale compito politico.

Ha sottolineato la necessità di compiere con vigore una grande avanzata per raggiungere gli obiettivi dell’edificazione economica definiti dalla sessione plenaria al fine di dare pieno corso al potenziale d’attacco del paese e passare con fiducia a una nuova fase di crescita.

Ha enfatizzato anche l’importanza del dovere e del ruolo dei funzionari nel definire appropriatamente la strategia di fiducia nelle proprie forze e nell’organizzare tutto il lavoro su basi scientifiche.

Ha evidenziato la necessità per le organizzazioni del Partito e dei lavoratori di condurre dinamicamente un lavoro politico per mobilitare potentemente tutti i membri del Partito e gli altri lavoratori alla grande marcia della fiducia nelle proprie forze e far sì che tutto il paese ribolla di una nuova atmosfera rivoluzionaria.

Instaurare a fondo lo stile di vita socialista è un’importante opera per il mantenimento del carattere Juche e dell’identità nazionale e per la preservazione della vera natura del socialismo, oltreché per dar pieno sfoggio dei suoi vantaggi nel campo della vita culturale, ha detto, e ha definito i compiti che incombono alle organizzazioni di Partito e ai funzionari nella lotta per tale scopo.

Ha espresso le sue aspettative e la sua convinzione in base alle quali tutti i funzionari, i membri del Partito e gli altri lavoratori inizieranno con vigore la grande marcia della fiducia nelle proprie forze per raggiungere con successo gli obiettivi di lotta definiti dalla IV sessione plenaria del VII Comitato Centrale, dare i natali a un nuovo sviluppo nell’edificazione socialista e dimostrare con forza ancora una volta la potenza del paese che avanza di vittoria in vittoria con la forza dello sviluppo autosufficiente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Fonte: Naenara

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...