Dichiarazione di Kim Yo Jong, prima vicesegretaria aggiunta del CC del PLC

Sono completamente d’accordo con la dichiarazione di ieri del direttore del dipartimento degli affari del fronte unito.

Se le autorità sudcoreane fossero state capaci e audaci abbastanza da fare senza perder tempo ciò che non hanno fatto in questi ultimi due anni, i rapporti tra il Nord e il Sud non si sarebbero deteriorati al punto in cui lo sono oggi.

Non dobbiamo prestare attenzione, né credere alle loro solite parole, a coloro che hanno sempre tardato a risolvere i problemi che si presentavano, e nemmeno tollerare in alcun modo i crimini perpetrati dai traditori della nazione e dalla feccia umana.

Ferocemente indignato contro i rifiuti umani che hanno osato recare offesa al prestigio assoluto del nostro Dirigente supremo, simbolo della nostra patria e rappresentante della maestà solenne, lanciando schifezze sul nostro territorio, e contro coloro che gliel’hanno permesso, il nostro popolo si è levato come un sol uomo per regolare i conti con loro fino all’ultimo, cascasse il mondo. Le loro proteste vanno aumentando sempre di più.

La decisione che abbiamo preso di far pagare caro i loro crimini ai rinnegati e alla feccia umana, nonché i progetti di rappresaglia e affini, non si collocano nel quadro delle attività del settore di lavoro col nemico, ma sono immancabilmente divenuti, da noi, oggetto di un dibattito nazionale.

Dobbiamo fare in modo che quei malfattori abbiano a provare rimorso per i loro crimini.

È meglio, adesso, passare ad azioni conseguenti anziché rendere pubblica una dichiarazione che possa permettere a questo genere di imbecilli di fare calcoli errati giudicandola una “minaccia” e di sproloquiare a destra e a manca per sondare le nostre intenzioni.

Probabilmente è giunta l’ora di rompere col Sud.

Prenderemo immediatamente delle misure pratiche per la fase successiva.

Facendo appello al potere conferitomi dal Presidente Kim Jong Un, dal Partito e dallo Stato, ho ordinato agli uffici incaricati del lavoro col nemico di muoversi di conseguenza per la nuova fase.

Il mondo vedrà presto la distruzione completa dell’ufficio di collegamento Nord-Sud.

Se devo suggerire questa volta il nostro nuovo piano che le autorità sudcoreane saranno certamente curiose di conoscere, il diritto all’esercizio dell’azione contro il nemico sarà affidato allo stato maggiore generale dell’EPC.

Io credo che il nostro esercito deciderà e farà qualcosa che possa, anche solo un poco, calmare l’indignazione del nostro popolo.

I rifiuti si gettano nell’immondizia.

Pyongyang, 13 giugno Juche 109 (2020)

Fonte: Rodong Sinmun

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...