La XIX sessione dell’Ufficio Politico del VII Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea

Il 5 ottobre si è svolta, nella sede del CC del Partito, la XIX sessione dell’Ufficio Politico del VII Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea in presenza di Kim Jong Un, Presidente del PLC, Presidente della Commissione Affari di Stato della RPDC e Comandante supremo delle forze armate della RPDC.

Vi hanno preso parte i membri del Presidium e i membri titolari e supplenti dell’UP del CC del PLC.

Hanno assistito, a titolo di osservatori, i direttori e i vicedirettori dei dipartimenti interessati del CC del Partito.

Kim Jong Un ha presieduto la riunione su mandato dell’UP del CC del Partito.

La sessione ha discusso il primo punto all’ordine del giorno: Per onorare l’VIII Congresso del Partito con un’intensa battaglia di 80 giorni del Partito, dello Stato e del popolo interi.

Si è tenuto un rapporto sul primo punto.

Il relatore ha osservato, tra le altre cose:

«Oggi, tutti i membri del Partito e gli altri lavoratori lanciano energicamente l’ultima offensiva generale per celebrare solennemente il 75° anniversario della fondazione del Partito come una grande festa di vincitori.

Ci troviamo di fronte, in questo momento, a un compito gravoso e di alta responsabilità: organizzare in modo solenne le festività del 75° anniversario della fondazione del Partito, che abbiamo preparato dandoci molto da fare, e onorare con successi eclatanti nella nostra lotta l’VIII Congresso del Partito che sarà convocato all’inizio dell’anno nuovo.

Ci restano poco più di 80 giorni prima di questa riunione, che sarà un avvenimento politico importante e di una portata decisiva per lo sviluppo del nostro Partito e della nostra rivoluzione.

Se da un lato abbiamo compiuto delle gesta storiche a prezzo di sforzi enormi superando frontalmente le prove e le difficoltà di quest’anno, di una durata senza precedenti, non dobbiamo però rilassare gli spiriti lanciando degli “evviva”, inebriati dalle vittorie e dai successi riportati.

Delle sfide non trascurabili ci aspettano ancora e gli obiettivi di lotta da raggiungere sono parimenti enormi.

Inaugurare una nuova fase di slancio della rivoluzione facendo seguire una vittoria ancora più grande a quella già conseguita, un miracolo più grande a quello già compiuto, grazie a un’offensiva audace condotta progressivamente: questo è il metodo d’azione invariabile del nostro Partito. Allo stesso modo, è la fiera tradizione di lotta del nostro popolo quella di scrivere una storia di grandi cambiamenti e di creare dei miracoli sbalorditivi lanciando una grande battaglia di edificazione generale del socialismo in occasione di ogni congresso del Partito».

La riunione ha sottolineato che tutto il Partito e lo Stato devono ingaggiare una nuova offensiva generale, poiché il tempo che rimane da qui all’VIII Congresso del Partito segna al contempo il periodo della battaglia da condursi sino alla fine di quest’anno e l’ultima fase di lotta per la realizzazione della strategia quinquennale di sviluppo dell’economia statale.

L’UP del CC del PLC ha preso la decisione di alta responsabilità e di grande importanza di condurre prima della fine di quest’anno la battaglia di 80 giorni nel quadro del complesso del Partito e dello Stato per onorare il 75° anniversario della fondazione del Partito come una grande festa segnata da vittorie e da progressi, concludere fieramente la lotta di quest’anno stimolando ancora questo slancio e celebrare altresì il Congresso del Partito con un grande entusiasmo politico e con brillanti successi conseguiti nel lavoro.

La sessione ha indicato l’obiettivo principale di questa battaglia, i principi importanti da rispettare e gli obiettivi settoriali da realizzare durante la battaglia, e ha proceduto a uno studio approfondito sugli orientamenti e i mezzi concreti per raggiungerli.

L’UP del CC del Partito ha deciso di definire delle parole d’ordine militanti e di indirizzare alle organizzazioni di tutto il Partito e ai loro membri una lettera del CC al fine di mobilitare per la battaglia il Partito, lo Stato e il popolo nel loro complesso.

La sessione ha adottato, nel quadro del secondo punto all’ordine del giorno, la decisione di conferire dei titoli militari ad alcuni quadri di alto livello del Partito e dell’esercito in occasione del 75° anniversario della fondazione del Partito.

In base alla decisione congiunta del CC, della Commissione Militare Centrale del Partito e della Commissione Affari di Stato della RPDC, il titolo di Maresciallo della RPDC è stato attribuito a Ri Pyong Chol, vicepresidente della CMC e del CC del PLC, e Pak Jong Chon, capo di stato maggiore generale dell’Esercito Popolare di Corea.

Dopo aver trasmesso detta decisione congiunta, Kim Jong Un si è congratulato con i neopromossi, raccomandando loro di corrispondere alla fiducia e alla sollecitudine illimitate del Partito e del popolo con dei buoni risultati nel lavoro.

Le misure rivoluzionarie adottate in questa riunione permetteranno di segnare una svolta importante nel lavoro volto a portare la rivoluzione e lo sviluppo del paese a uno stadio superiore, conformemente alla situazione attuale.

Fonte: Rodong Sinmun

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...