Il X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista (27-29 aprile 2021)

Apertura del X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista

Il 27 aprile si è aperto nella capitale Pyongyang il X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista.

Il congresso analizzerà e riassumerà in modo completo e approfondito il lavoro della Lega durante il periodo in esame, adotterà misure pratiche per apportare cambiamenti fondamentali al lavoro della Lega e discuterà i compiti e le modalità che devono essere svolte dalle organizzazioni della lega giovanile e dai giovani nella lotta per attuare fino in fondo le decisioni dell’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea e della II sessione plenaria dell’VIII Comitato Centrale del Partito.

Al congresso erano presenti i rappresentanti eletti presso le organizzazioni delle leghe giovanili a tutti i livelli.

Erano presenti anche come osservatori funzionari del Partito e degli organi delle forze armate e nel campo dell’educazione dei giovani e dei bambini.

La tribuna è stata presa da Ri Il Hwan, Segretario del Comitato Centrale del Partito del Lavoro della Corea, Kim Jae Ryong, Direttore di Dipartimento del Comitato Centrale del PLC, e Kwon Yong Jin, Direttore dell’Ufficio Politico Generale dell’Esercito popolare di Corea, membri dell’Ufficio politico del Comitato Centrale del Partito, membri del comitato esecutivo del Comitato Centrale della Lega della Gioventù, presidenti dei comitati provinciali della lega della gioventù, funzionari esemplari e membri della lega della gioventù, funzionari della Lega della Gioventù nel campo delle forze armate e del personale di servizio.

Il congresso è stato dichiarato aperto e ha suonato l’inno nazionale della RPDC.

Sono stati eletti l’esecutivo e i segretari.

È stato introdotto dal Comitato centrale permanente della Lega della gioventù di Corea in Giappone e dall’Associazione dei giovani cittadini coreani in Cina, che hanno presentato striscioni di congratulazioni allo stimato compagno Kim Jong Un in occasione del X Congresso della Lega della gioventù Kimilsungista-Kimjongilista.

Il congresso ha approvato i seguenti punti all’ordine del giorno:

  1. Revisione del lavoro del Comitato centrale della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista.
  2. Revisione del lavoro della Commissione Centrale di Controllo della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista.
  3. Sulla ridenominazione della Lega della Gioventù.
  4. Sulla revisione dello statuto della Lega della Gioventù.
  5. Elezione dell’organo centrale di direzione della Lega della Gioventù.

Pak Chol Min, presidente del Comitato Centrale della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista, ha fatto un rapporto sul primo punto all’ordine del giorno.

Ha detto che il X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista è stato convocato con la profonda fiducia dello stimato compagno Kim Jong Un, che considera gli affari giovanili come un’opera importante legata alla prospettiva del Partito, dello Stato e del socialismo in stile coreano, come l’eterna linea strategica della rivoluzione.

Egli ha detto che negli ultimi cinque anni dal IX Congresso della Lega della Gioventù, lo stimato Segretario Generale Kim Jong Un ha guidato energicamente la Lega della Gioventù a rafforzarsi e trasformarsi nella Lega della Gioventù dei grandi dirigenti Kim Il Sung e Kim Jong Il, per sempre in conformità con la richiesta della nuova era della rivoluzione Juche e per dimostrare con forza la sua potenza come ala del PLC.

Ha partecipato al IX Congresso della Lega Giovanile Socialista Kim Il Sung e ha indicato chiaramente i compiti e le modalità per modellare l’intera Lega sul kimilsungismo-kimjongilismo e aprire il più grande periodo di massimo splendore del movimento giovanile.

Grazie alla sua eccezionale direzione e alla sua profonda sollecitudine, il movimento giovanile coreano è entrato in un periodo di nuovo sviluppo durante il periodo in esame.

Sotto la sua profonda fiducia e amore molti giovani e bambini che hanno compiuto imprese nella difesa nazionale e nell’edificazione socialista e hanno dato l’esempio nello studio e nella vita organizzativa dell’Unione dei bambini sono stati premiati con il Premio d’onore Kim Il Sung per i giovani e il Premio d’onore Kim Jong Il per i giovani, il Premio d’onore Kim Il Sung per i bambini e il Premio d’onore Kim Jong Il per i bambini, e molti Eroi della RPDC e Eroi del lavoro sono stati prodotti negli ultimi cinque anni.

Rappresentando la lealtà unanime dei giovani di tutto il paese, ha reso la più umile riverenza a Kim Il Sung e a Kim Jong Il, pionieri e dirigenti del movimento giovanile coreano, e ha esteso la massima gloria ed il più caloroso ringraziamento allo stimato dirigente Kim Jong Un, che rafforza e trasforma la Lega della Gioventù in una potente organizzazione politica che sostiene in modo indiscutibile la causa del Partito con la sua eccezionale ed esperta direzione.

Ha sottolineato che la Lega della Gioventù deve affrontare un compito onorevole per dimostrare pienamente la potenza militante del successore e della riserva del Partito del Lavoro di Corea nell’avanzata generale per l’attuazione del grande programma di combattimento presentato dall’VIII Congresso del PLC e dalla II sessione plenaria dell’VIII Comitato centrale.

Notando che solo la vittoria e la gloria sono in serbo per la Lega della Gioventù e per i giovani sotto la guida di Kim Jong Un, ha invitato l’intera gioventù a lottare con vigore per la nuova vittoria della causa socialista, la causa rivoluzionaria del Juche.

Si sono poi avuti interventi sul 1° punto all’ordine del giorno. 

Il congresso continua.

Fonte: Rodong Sinmun

***

Chiusura del X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista

Questo congresso, che riveste un grande significato nel rafforzamento e nello sviluppo del movimento della gioventù del Juche, si è concluso il 29 aprile dopo aver svolto con successo i suoi lavori grazie all’ardore politico dei partecipanti.

Nel corso della tre giorni, sono state approfonditamente discusse alcune misure per operare una svolta fondamentale nel lavoro della Lega della Gioventù attraverso un’applicazione perfetta delle idee e dello spirito essenziali dell’VIII Congresso del PLC, e si sono adottate decisioni corrispondenti.

La riunione ha continuato il dibattito sul primo punto all’ordine del giorno.

Gli intervenuti hanno menzionato i successi e le esperienze ottenuti dai giovani nella lotta condotta per aprire una breccia nei settori difficili e ardui alla chiamata del Partito e compiere con onore la missione e il compito sacri per la difesa della patria, del popolo e della rivoluzione.

La riunione ha fatto un’analisi generale dei difetti rilevati nel periodo in questione nel lavoro della Lega della Gioventù e dei suoi quadri.

Gli oratori si sono impegnati a condurre l’edificazione e le attività della Lega seguendo unicamente le idee e le intenzioni del Partito raddoppiando l’ardore con una nuova determinazione.

Il congresso ha quindi deliberato sul secondo punto all’ordine del giorno: «Revisione del lavoro della Commissione Centrale di Controllo della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista».

Vi sono stati un rapporto e vari interventi, si è adottata all’unanimità una decisione.

La riunione ha discusso il terzo punto: «Sulla ridenominazione della Lega della Gioventù».

La decisione di cambiare il nome della Lega della Gioventù in «Lega della Gioventù Patriottica Socialista» è stata adottata con l’approvazione di tutti i delegati.

La riunione ha discusso il quarto punto: «Sulla revisione dello statuto della Lega della Gioventù».

È stato pronunciato un rapporto concernente la revisione dello statuto.

Dopodiché, si è adottata una decisione in merito, approvata da tutti i delegati.

La riunione ha deliberato sul quinto punto: «Elezione dell’organo centrale di direzione della Lega della Gioventù».

Si è proceduto, come prima cosa, all’elezione del Comitato Centrale della Lega.

La I sessione plenaria del X Comitato Centrale della Lega della Gioventù Patriottica Socialista ha avuto luogo.

Ri Il Hwan, segretario del CC del PLC, ha reso nota la decisione di questa sessione plenaria.

È stato eletto il Comitato Esecutivo del Comitato Centrale della Lega della Gioventù.

Mun Chol è stato eletto presidente del CC della Lega, e Ri Ju Chol, Pak Myong Jin, Pae Chung Il, Paek Hak Ryong, Kang Yong Jin, Jang Ryong Gil, Kim Song Il, Kim Kyong Jun e Ham Kwang Chol vicepresidenti.

Il Comitato organizzativo del CC della Lega della Gioventù è stato costituito.

Sono stati eletti il presidente, il vicepresidente e i membri della Commissione Centrale di Controllo.

Sono stati nominati i direttori dipartimentali del CC e il caporedattore del giornale Chongnyon Jonwi.

La decisione sul primo punto all’ordine del giorno, «Revisione del lavoro del Comitato centrale della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista», è stata adottata con l’approvazione unanime dei delegati.

Su mandato di Kim Jong Un, Segretario generale del PLC e Presidente della Commissione per gli Affari di Stato della RPDC, il drappo della Lega della Gioventù Patriottica Socialista è stato rimesso.

Kim Jae Ryong, membro dell’Ufficio Politico e direttore dipartimentale del CC del PLC, ha dato lettura della lettera rivolta al X Congresso della Lega della Gioventù dallo stimato compagno Kim Jong Un: La Lega della Gioventù Patriottica Socialista deve manifestare tutta la sua possanza nella marcia storica verso nuove vittorie della rivoluzione.

Nella sua lettera, Kim Jong Un si è calorosamente congratulato, a nome del Comitato Centrale del Partito, col X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista per aver riportato successi significativi per l’innovazione nel lavoro della Lega della Gioventù e per il loro rafforzamento e sviluppo.

«Il nostro Partito, che conduce la rivoluzione di balzo in balzo superando coraggiosamente le peggiori difficoltà, si è sempre visto attorniato dalla fortezza formata da un esercito di giovani devoti, di innumerevoli giovani patrioti intelligenti e affidabili che hanno conformato i loro ideali e le loro ambizioni al progetto del Partito che hanno lavorato per realizzare scagliandosi contro venti e maree», ha dichiarato.

Allo stesso tempo, ha affermato che il Comitato Centrale del Partito ha proposto un notevole obiettivo di sviluppo dell’edificazione del socialismo coreano contando sulle ardenti aspirazioni e sulla forza instancabile dei giovani, e ha definito la parola d’ordine che la Lega della Gioventù Patriottica Socialista dovrà inalberare nella lotta per aprire un periodo di grande prosperità del movimento giovanile coreano manifestando con forza la sua capacità d’azione nella nuova marcia storica della rivoluzione, così come i compiti programmatici che incombono alla Lega della Gioventù.

Fonte: Rodong Sinmun

***

Sulla ridenominazione della Lega della Gioventù

Il 28 aprile è stata adottata la decisione del X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista: «Sulla ridenominazione della Lega della Gioventù».

La decisione nota, tra le altre cose:

«La lotta per riportare una nuova vittoria nell’edificazione del socialismo è una sacra lotta patriottica per realizzare il nobile impegno patriottico del Presidente Kim Il Sung e del Dirigente Kim Jong Il per l’edificazione di una potenza; aprire una breccia in questa lotta è una missione gloriosa e un dovere legittimo che i nostri giovani si assumono dinanzi all’epoca e alla rivoluzione.

Seguire unicamente la via del socialismo fino alla fine, animati da una salda fiducia nella giustezza e nella vittoria dell’opera del socialismo, e fare sacrifici e sforzi patriottici sotto la direzione dello stimato compagno Kim Jong Un, sono la volontà e l’impegno unanimi di tutti i quadri della Lega della Gioventù e di tutti i giovani.

Tenuto conto delle nuove esigenze della nostra rivoluzione e dello sviluppo del movimento giovanile, nonché della volontà e dell’impegno unanimi dei quadri della Lega della Gioventù e dei giovani, Kim Jong Un si è fatto carico di dare alla Lega della Gioventù il nuovo appellativo di Lega della Gioventù Patriottica Socialista.

Questa denominazione riflette chiaramente l’essenza e la natura patriottica della Lega della Gioventù, il suo carattere di riserva dell’edificazione del socialismo.

La trasformazione di tutta la Lega in base al kimilsungismo-kimjongilismo sarà il suo obiettivo e il suo compito di lotta globali, e la fedeltà allo stimato compagno Kim Jong Un sarà per essa vitale.

La Lega della Gioventù Patriottica Socialista condurrà di generazione in generazione, fino al suo completamento, l’opera rivoluzionaria Juche cominciata sul monte Paektu, fermamente convinta che onorare e seguire fedelmente lo stimato compagno Kim Jong Un, dirigente eminente del nostro Partito, del nostro Stato e delle nostre forze armate, bandiera della vittoria e della gloria del nostro popolo, che, dopo aver definito la priorità alla gioventù come una linea strategica, fa dei giovani la riserva del Partito e la truppa d’assalto dell’edificazione del socialismo a prezzo di tanti sforzi e apre una nuova età dell’oro nel movimento della gioventù del Juche, è il metodo per conoscere ogni felicità e un avvenire brillante».

Fonte: Rodong Sinmun

***

KIM JONG UN

LA LEGA DELLA GIOVENTÙ PATRIOTTICA SOCIALISTA DEVE MANIFESTARE TUTTA LA SUA POSSANZA NELLA MARCIA STORICA VERSO NUOVE VITTORIE DELLA RIVOLUZIONE

Lettera indirizzata al X Congresso della Lega della Gioventù

29 aprile Juche 110 (2021)

Il X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista si è svolto con successo nella particolare esaltazione rivoluzionaria dei giovani della RPDC che marciano con ardore seguendo il nuovo orientamento indicato dall’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea.

Il presente Congresso ha proclamato nuovamente e con orgoglio la fede e il giuramento di milioni di giovani decisi a restare assolutamente fedeli alla direzione del Partito del Lavoro di Corea e a dare tutta la misura del loro eroismo e del loro valore per la sua causa, e ha deliberato sui principali problemi posti dalla nuova fase di sviluppo del movimento giovanile del nostro paese.

Felice di constatare che il X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista ha portato a casa, grazie al grande ardore e alla partecipazione attiva di tutti i delegati, dei risultati significativi per l’innovazione e lo sviluppo del lavoro della Lega, io rivolgo, a nome del Comitato Centrale del Partito, le mie calorose congratulazioni al Congresso.

Approfitto della presente occasione per indirizzare i miei vivissimi saluti militanti ai ragazzi e alle ragazze affidabili di tutto il paese che onorano la loro preziosa giovinezza traendo una gloria e una fierezza impareggiabili dalla fedeltà che testimoniano al Partito e alla rivoluzione.

Parimenti, i miei affettuosi saluti vanno ai giovani coreani del Giappone e all’estero che perseguono fermamente l’opera patriottica della generazione precedente nella loro preoccupazione per la ricchezza e la prosperità della patria socialista e per un radioso avvenire della nazione.

Nuovi importanti cambiamenti hanno segnato il movimento della gioventù in questi ultimi cinque anni, parallelamente alla marcia e allo sviluppo della nostra rivoluzione.

Alcuni bambini si sono uniti alle file degli adolescenti, qualcheduno dei quali si è aggiunto alla forza motrice della società e la situazione e le condizioni degli affari della gioventù sono tangibilmente cambiate.

Malgrado questi cambiamenti, i nostri giovani non hanno cessato di manifestare le loro alte qualità consistenti nel marciare a diritto con passo vigoroso seguendo il Partito, nell’amar fare la rivoluzione e nel lottare.

Il nostro Partito, che conduce la rivoluzione di balzo in balzo superando coraggiosamente le peggiori difficoltà, si è sempre visto attorniato dalla fortezza formata da un esercito di giovani devoti, di innumerevoli giovani patrioti intelligenti e affidabili che hanno conformato i loro ideali e le loro ambizioni al progetto del Partito che hanno lavorato per realizzare scagliandosi contro venti e maree.

In un mondo in cui ovunque i giovani non perseguono altro che fama e piaceri, i nostri sono gli unici rivoluzionari col pregio di rispondere all’appello della patria, di mostrarsi leali verso la società e la collettività e di lavorare per il futuro sopportando con gioia sofferenze e difficoltà.

Dopo l’VIII Congresso del Partito, i giovani di tutto il paese si sono in tutta risposta messi simultaneamente all’opera, e nei pochi mesi ad esso seguiti svariate migliaia di giovani si sono recati volontari in settori di lavoro difficili e faticosi. Sono questi degli atti eroici che si possono paragonare a quelli di chi andava al fronte in tempo di guerra per gettarsi senza esitazione sui fucili del fortino nemico e che danno un’idea chiara del sublime mondo spirituale dei nostri giovani.

Per un partito rivoluzionario, la riserva affidabile, la giovane e promettente truppa d’assalto che ha formato è una ricchezza insostituibile e motivo di gran fierezza.

Questo fatto ci persuade che il nostro Partito e il nostro popolo potranno passare a una nuova era dell’edificazione del socialismo al di là delle difficoltà attuali e marciare con passo energico verso il comunismo.

Gli esordi della rivoluzione coreana hanno coinciso con quelli del movimento giovanile e lo slancio della nostra rivoluzione con la piena prosperità di questo movimento.

Nell’inaugurazione di un nuovo balzo, di una nuova svolta della nostra rivoluzione sulla via schiarita dal Congresso del Partito, il movimento della nostra gioventù deve creare adeguatamente un grande cambiamento nel suo sviluppo per svolgere un ruolo militante considerevole.

Il nostro Partito prevede di fare dei prossimi cinque anni un periodo di progressi tangibili nell’edificazione del socialismo coreano, un periodo di nuove e grandi modifiche in corsa contro il tempo.

Inoltre, pensiamo di condurre ininterrottamente una lotta grandiosa nella prossima fase per edificare da qui a quindici anni una potenza socialista prospera in cui tutto il popolo vive felice.

Se ci proponiamo, nella nostra situazione, di lottare per un obiettivo così audace, è per il bene dei nostri giovani e perché contiamo sulle loro ardenti aspirazioni e sulla loro forza instancabile.

L’avvenire radioso del nostro socialismo appartiene ai giovani ai quali, tra l’altro, incombe quella sacra opera patriottica che è la sua anticipazione.

La ragione per la quale il nostro Partito ha attribuito un’importanza particolare al X Congresso della Lega della Gioventù consiste nel mettere in gioco senza riserve l’immensa forza dell’esercito dei giovani e nel trasformare il loro movimento in un potente impulso dell’edificazione del socialismo.

Nel corso del presente Congresso, è stata adottata l’importante decisione di cambiare la denominazione della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista in Lega della Gioventù Patriottica Socialista.

Il nuovo appellativo esprime chiaramente il carattere e la missione della Lega della Gioventù nella fase attuale della nostra rivoluzione, riassume l’ideale e le qualità morali dei giovani della nostra epoca e valorizza i tratti propri della loro organizzazione.

Questo appellativo traduce egualmente la grande speranza del Partito e del popolo di vedere tutti i nostri giovani prepararsi a essere dei patrioti, atti a preservare il socialismo come la loro vita e decisi a lottare per il suo trionfo di generazione in generazione, di vedere altresì la Lega della Gioventù dare tutta la misura della sua forza in qualità di truppa d’assalto nell’edificazione del socialismo.

La modifica del nome della Lega della Gioventù non equivale a quella della sua natura, che consiste nella sua trasformazione in base al kimilsungismo-kimjongilismo, suo obiettivo e missione globali.

Il socialismo e il patriottismo simboleggiano le idee rivoluzionarie e le gesta immortali del grande Leader Kim Il Sung e dell’eminente Dirigente Kim Jong Il.

Amare con passione la patria socialista del Juche segnata dalle preziose vite del grande Leader e dell’eminente Dirigente e lottare per condurre l’opera socialista al suo compimento significa restar fedeli al kimilsungismo-kimjongilismo.

Giacché in questo congresso è stato istituito un nuovo punto di riferimento per lo sviluppo del movimento giovanile coreano, la LGSP dovrà concentrare uno sforzo totale sull’esecuzione della pesante missione e dei compiti affidati dai tempi e dalla rivoluzione.

Trasformare tutti i giovani in patrioti che difendono strenuamente il socialismo e lavorano con devozione per la sua costruzione: questo è il compito fondamentale che la Lega della Gioventù deve affrontare attualmente.

La LGSP dovrà dare il massimo alla sua forza militante nel nuovo storico progresso della nostra rivoluzione e inaugurare i giorni d’oro del movimento giovanile coreano.

Il primo grande compito della LGSP è orientare tutto il suo lavoro a rendere patrioti tutti i giovani che hanno fatto del socialismo un elemento della loro fede.

Il socialismo è la vita e il sangue del nostro popolo ed i giovani sono maestri e costruttori del suo futuro.

Tuttavia, poiché sono nati e cresciuti nel periodo in cui il paese stava attraversando difficoltà, i giovani di oggi mancano di esperienza pratica e di concezione dei veri vantaggi del nostro stile di socialismo e, peggio ancora, alcuni di loro hanno una comprensione di esso.

Non importa quante difficoltà possano sorgere e quante cose possiamo dover fare, niente è più urgente e importante che addestrare la prossima generazione della nostra rivoluzione in una forza motrice affidabile dell’edificazione socialista.

I giovani sono nella fase in cui la loro visione del mondo è formata e consolidata, quindi il lavoro principale delle organizzazioni della Lega della Gioventù consiste nell’educarli ad amare il socialismo come elemento della loro fede incrollabile.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno intensificare continuamente il lavoro di armare con fermezza i giovani con l’ideologia socialista.

È importante insegnare loro la teoria e, attraverso il confronto, che tipo di società è il socialismo e quali sono le sue caratteristiche e vantaggi essenziali.

In particolare, dovranno impregnarli fermamente dell’idea collettivista, il nocciolo dell’ideologia socialista e comunista, collegandola con l’orgogliosa realtà della nostra società, in modo da incoraggiarli a considerare lo slogan «Uno per tutti e tutti per uno!» come requisito per se stessi.

Il nostro paese socialista ha raggiunto una grande potenza e prestigio nazionale, il nostro sistema è benevolo e si assume la piena responsabilità della dignità, dei diritti, degli interessi e del futuro roseo delle persone e li garantisce, e la nostra grande famiglia socialista è piena di virtù e tratti nobili e unici che nessun’altra società può imitare o copiare con alcun mezzo. È necessario garantire che i nostri giovani considerino tutto ciò come fonte del loro orgoglio e della loro dignità.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno costantemente e in ogni modo possibile educare tutti i giovani, in modo che siano ben consapevoli di quanto siano preziosi i benefici che il nostro sistema socialista conferisce alle persone, in particolare alle generazioni emergenti, di fronte a dure prove.

La propria fede nel socialismo può essere ulteriormente consolidata quando si è convinti della sua validità, dell’inevitabilità della sua vittoria, della natura governata dalla legge dell’attuazione della sua causa.

Cristallizzati nelle politiche del nostro partito sono il percorso, la strategia e le tattiche assolutamente corrette per costruire con successo il nostro stile di socialismo rompendo ogni sorta di ostacoli.

Instillare, rappresentando le intenzioni del Partito, veri ideali e speranze nei giovani che aspirano a cose nuove e bruciano di passione e incoraggiarli a compiere imprese dovrà far parte del lavoro ordinario delle organizzazioni dei nostri giovani.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovrebbero portare a casa la quintessenza delle politiche del nostro Partito ai giovani e prendere accordi scrupolosi per la loro attuazione, in modo da ispirarli a partecipare alla lotta patriottica per contribuire all’edificazione socialista piena di fiducia e ottimismo.

Ciò che è importante oggi nell’addestrare i nostri giovani a diventare patrioti che hanno amato il socialismo come elemento della loro fede è incoraggiarli a imparare dai tratti ideologici e dallo spirito combattivo dei giovani dell’era Chollima.

Mentre accettavano gli ideali del socialismo e del comunismo come elemento della loro fede, i giovani negli anni ’50 e ’60 hanno creato miracoli del Chollima e costruito il socialismo più benefico su questa terra attraverso i loro ardui sforzi.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno condurre l’educazione tra i giovani in modo nuovo e sostanziale con la fedeltà al Partito, il coraggio, le imprese eroiche e le azioni lodevoli dimostrate dai giovani nella leggendaria era Chollima, e quindi assicurarsi che tutti si sollevino risolutamente nella lotta per vivere come facevano i loro precedenti e riportare a prima il luminoso futuro del socialismo.

Inoltre, dovranno intraprendere una lotta senza compromessi contro l’ideologia capitalista, l’egoismo e altri elementi ideologici reazionari che vanno contro il socialismo e il collettivismo. In questo modo, possono far sì che i giovani consolidino la loro fede nel socialismo.

Il secondo compito principale che la LGSP deve affrontare è trasformare tutti i giovani in onorevoli costruttori del socialismo nella lotta pratica per portare a termine le decisioni dell’VIII Congresso del Partito.

Il coraggio e le caratteristiche dei giovani pieni di zelo patriottico vengono affinati e sviluppati attraverso le attività pratiche, il corso di formazione, per adempiere alla missione che la loro generazione ha assunto nella storia.

L’VIII Congresso del Partito ha fissato gli obiettivi più scientifici e orientati allo sviluppo per rendere il nostro socialismo più forte e più ricco e ha chiarito compiti concreti per il settore politico, economico, militare, culturale e per tutti gli altri campi.

Il potenziale obiettivo del nostro partito nell’edificazione socialista è costituito esattamente dagli ideali dei nostri giovani, e difficilmente ci si può aspettare una trasformazione gigantesca a parte gli sforzi intraprendenti e proattivi delle masse di giovani.

Il fatto che abbiamo presentato i giovani come una brigata d’assalto nell’edificazione socialista non è solo finalizzato a intensificare il lavoro rivoluzionario arruolando la loro forza crescente; l’obiettivo principale è render loro, le nostre riserve, valorosi giovani combattenti e costruttori del socialismo che restano inflessibili di fronte a qualsiasi difficoltà.

Nei tempi attuali in cui dobbiamo svolgere enormi compiti rivoluzionari in circostanze senza precedenti, i nostri giovani dovrebbero tenere alto lo slogan Dimostriamo il coraggio della gioventù patriottica nella grande lotta per l’edificazione socialista!.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno far sì che tutti i giovani siano consci del grande onore e dell’orgoglio di essere giovani patrioti socialisti e dimostrino pienamente la loro intraprendenza e il loro coraggio nell’attuare le decisioni dell’Ottavo Congresso del Partito.

Se i membri del nostro Partito del Lavoro accendono scintille da combattenti d’avanguardia nella lotta per l’attuazione della politica del Partito, i nostri giovani devono diventarne le fiamme in qualità di brigata d’assalto.

I giovani dovranno accendere un fuoco che divampi in creazione e innovazione nella realizzazione del piano quinquennale.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno ispirare in modo attivo l’entusiasmo e l’iniziativa creativa delle masse giovanili e incoraggiarle e assisterle costantemente affinché portino avanti immancabilmente la loro quota del piano economico nazionale di giorno, mese e trimestre. In questo modo, potranno evitare che il piano del loro lavoro rimanga un discorso vuoto.

I miracoli non si realizzano da soli, ma si possono creare solo quando si faccia affidamento sulla forza del collettivo facendo spirare un potente vento di emulazione.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno in sostanza dirigere l’operato delle brigate d’assalto giovanili, delle squadre di lavoro giovanili e vari altri movimenti di massa allo scopo di intensificare le campagne in cui si impara dagli altri, li si supera e si scambia esperienza con loro, facendo così in modo che tutto il fronte della costruzione economica ribolla di innovazione collettiva e collaborativa da parte dei giovani.

Esse dovranno garantire che i giovani si offrano volontari per assumere un ruolo guida e compiere passi avanti nell’intraprendere i compiti difficili e stimolanti che affrontano i loro rispettivi campi e unità e, in questo senso, che vengano alla luce molti innovatori del lavoro ed eroi che stabiliscano nuove prassi, nuovi record, e compiano prodigi.

Dovranno fornire un sostegno attivo ai lodevoli giovani che si offrono volontari per lavorare nei settori difficili e impegnativi e dare loro ampia visibilità. E dovrebbero dare loro spietato incoraggiamento organizzativo in modo che possano portare le loro ammirevoli decisioni ed ideali fino alla fine.

I tempi attuali e vibranti che richiedono una nuova innovazione, un’edificazione audace e un progresso costante sono un teatro di attività per i giovani che possiedono la scienza e la tecnologia moderne e uno spirito di indagine instancabile.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù, organizzando e conducendo una marcia dei giovani per l’innovazione scientifica e tecnologica in modo più proattivo, dovrebbero aiutarli a presentare una serie di nuove tecniche, invenzioni e concezioni tecniche e diventare talenti competenti e promettenti che possono guidare la lotta per una maggiore produzione ed edificazione grazie alla scienza ed alla tecnologia.

Dovranno ispirare vigorosamente i giovani sul fronte della scienza e gli studenti universitari a tenere a mente il fatto che il futuro dell’edificazione socialista dipende dalle loro menti e dalle qualifiche scientifiche e tecnologiche, dare anima e corpo nella padronanza della scienza e della tecnologia all’avanguardia nei loro campi di specializzazione con coraggio impavido e ambizione con cui competere con il mondo.

La difesa nazionale è il più importante degli affari di Stato che non può essere trascurato nemmeno per un momento nel portare a termine la causa socialista e la missione più nobile che spetta ai giovani a sangue caldo.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno educare i giovani a collegare gli affari della difesa nazionale con la loro giovinezza e mantenere la mentalità patriottica consistente nel considerare il servizio militare come il loro più grande onore e orgoglio, ed educarli continuamente ad essere sempre pronti a difendere il paese e ad affrontare qualsiasi contingenza imprevista.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù nel campo delle forze armate dovranno guidare tutto il personale di servizio dei giovani a svolgere servizi e imprese distinti nel loro servizio militare per rendere inespugnabile la linea di difesa del loro paese socialista e difendere la sicurezza delle persone. Dovranno anche indirizzare strenui sforzi al loro sviluppo ideologico e spirituale in modo che possano svolgere un ruolo centrale nelle postazioni dell’edificazione socialista in futuro come hanno fatto nei giorni del loro servizio militare.

Il terzo compito principale che la LGSP deve affrontare è formare i giovani a veri maestri della morale e della cultura socialiste.

Nell’intensificare l’edificazione socialista, il nostro Partito presta particolare attenzione al mantenimento, all’eredità e allo sviluppo dell’eccellente morale e cultura uniche della nostra società.

Il potente paese socialista che stiamo costruendo deve essere superiore e avanzato anche negli aspetti morali e culturali, ed i giovani dovrebbero svolgere un ruolo molto importante in quest’opera.

Un paese i cui giovani sono sani e civili rimane irremovibile indipendentemente dalle circostanze e può fare progressi costanti, ma nessun futuro è in serbo per un paese la cui generazione più giovane è deteriorata.

L’intenzione del nostro Partito è garantire che la bella e raffinata morale socialista e il clima della vita culturale creati dalle generazioni precedenti della nostra rivoluzione siano invariabilmente ereditati dalle generazioni future ed esaltino il loro splendore.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno considerare come un compito importante la garanzia della continuità della linfa vitale della causa socialista, l’instaurazione di tratti morali nobili e di un clima di ricca vita culturale, e portare avanti questo lavoro in modo responsabile.

È necessario impiantare correttamente nei giovani una corretta visione della moralità che si basi sulle buone maniere e sui costumi della nostra nazione e del collettivismo in modo da gettare in loro fin dall’inizio un solido fondamento della vita e dei tratti morali.

Le parole e le azioni, le acconciature e l’abbigliamento dei giovani si rivelano il risultato del lavoro delle organizzazioni della lega giovanile a cui appartengono.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù devono esigere fortemente dai loro membri che apprendano pienamente le buone maniere come il decoro nel parlare e nel modo di salutare e la moralità pubblica, e di osservarli volontariamente, acquisendo parimenti l’abitudine di mantenere sempre pulito e dignitoso il proprio aspetto esteriore.

È intenzione e ideale del nostro Partito che più le prove e le difficoltà nella lotta di edificazione socialista aumentano, più evidente dev’essere il tratto comunista di aiutarsi e dirigersi vicendevolmente, in modo da realizzare il nostro stile di socialismo con la forza della virtù e dell’affetto.

Il nostro Partito spera che la nobile eccellenza morale comunista di condividere i dolori e la felicità degli altri diventerà parte della vita dei giovani, e che tra di loro saranno mostrate molte delle azioni lodevoli che mostrano il vero aspetto della nostra epoca.

Le organizzazioni delle leghe giovanili dovrebbero prestare particolare attenzione ad aiutare i loro membri a migliorare i loro standard culturali e svolgere il ruolo di pionieri nella creazione di una nuova civiltà socialista.

Ciò che è importante qui è condurre senza interruzione l’educazione per mezzo di opere artistiche e letterarie come le canzoni rivoluzionarie, le poesie e i romanzi in conformità con le caratteristiche dei giovani e organizzare ampiamente diverse attività politiche e culturali come concorsi oratori e presentazioni pubbliche cosicché possano vivere sempre in modo sano e nobile con ricche conquiste culturali.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù ed i giovani dovranno prendere l’iniziativa nello sforzo di far traboccare l’intero paese di gioia, ottimismo e vigore conducendo vivacemente le attività sportive, culturali e artistiche di massa.

Attualmente il pericoloso veleno che attenta alla natura del socialismo coreano sono le pratiche antisocialiste e non socialiste.

È in questo momento in corso un’operazione di pulizia su larga scala per spazzare via queste pratiche su scala nazionale. È un’altra lotta di classe, una lotta patriottica, per difendere la purezza e il futuro dei nostri giovani e per dar loro una patria socialista migliore.

La Lega della Gioventù deve mobilitare al massimo i suoi sforzi e chiamare tutti i giovani alla lotta contro queste pratiche.

Deve trasformare la lotta contro l’ideologia e la cultura reazionaria, i tumori maligni, in un lavoro dei giovani stessi educandoli ad avere una chiara comprensione dei loro effetti e delle loro conseguenze dannose, e non dovrà mai scendere a compromessi con il minimo elemento che possa alimentare pratiche anti-socialiste e non socialiste tra i giovani e corrompere il loro spirito sano.

L’importante è che si sia sensibili ai comportamenti anomali e ai cambiamenti psicologici dei giovani, che si identifichino tutte le possibilità di infiltrazione di stili di vita eterogenei e si adottino misure preventive, in modo da difendere a qualsiasi costo i destini della gioventù.

Con la consapevolezza che la lotta contro le pratiche antisocialiste e non socialiste è uno scontro feroce in cui non possiamo cedere nemmeno un centimetro, l’intera Lega della Gioventù dovrà mobilitare i milioni di giovani per sradicare risolutamente i germogli negativi e le erbacce velenose con un ardente senso di giustizia e con influenze positive.

Il nostro Partito ha innumerevoli compiti nel suo lavoro giovanile, ma è convinto che la LGSP possa svolgere la sua onorevole missione ed i doveri che ha assunto dinanzi all’epoca e alla rivoluzione solo se orienta il suo lavoro all’attuazione dei tre compiti sopra menzionati.

Al fine di elevare il movimento giovanile a un nuovo, alto livello come richiesto dall’epoca in sviluppo e dalla rivoluzione, l’efficienza combattiva della LGSP dovrà rafforzarsi in ogni modo possibile.

Ogni giovane può essere trasformato in un patriota che lavora con devozione per l’edificazione socialista, e il lavoro della Lega della Gioventù può essere condotto energicamente solo quando le sue organizzazioni responsabili della vita politica dei giovani innalzino le loro funzioni e il loro ruolo.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù dovranno concentrare i loro sforzi sul proprio lavoro interno come si addice alla loro missione e ai loro compiti.

Dovrà essere istituito un sistema ben articolato allo scopo di trasmettere le linee e le politiche del Partito a tutte le organizzazioni della Lega della Gioventù in modo accurato e tempestivo e di metterle in atto incondizionatamente, instaurando al contempo una rigida disciplina nel seguire alla lettera le istruzioni del Partito.

È importante regolarizzare e standardizzare la vita organizzativa e ideologica della lega giovanile e migliorare l’orientamento su questo lavoro.

Il sistema educativo interno, ivi comprese le sessioni di studio e le conferenze pubbliche, dovrà essere gestito regolarmente e le visite ai campi di battaglia rivoluzionari, alle località rivoluzionarie e ad altre basi educative dovranno essere organizzate in modo sostanziale, di modo da intensificare costantemente l’educazione in cinque punti e svolgere in modo multilaterale l’insieme del lavoro della Lega della Gioventù, cosicché diventi un efficace processo di educazione ideologica.

Le organizzazioni della Lega della Gioventù devono guardarsi rigorosamente dalla tendenza a svolgere in modo cerimoniale e formale il lavoro educativo per i giovani e dovrà scoprire e applicare continuamente nuovi metodi educativi per aumentare la permeabilità e l’influenza educativa dell’ideologia in conformità con i sentimenti ideologici, le emozioni e il livello di coscienza dei giovani della nostra epoca.

Poiché i giovani sono sensibili al nuovo, vanno prese misure per fare un uso efficace dei mezzi informatici più sviluppati e di vari metodi didattici, tra cui i mezzi di comunicazione di massa e le presentazioni multimediali, al fine di educarli.

La cosa principale nella direzione della vita organizzativa dei membri della Lega della Gioventù è far avere loro una chiara comprensione delle norme e dei regolamenti della loro organizzazione e creare un clima di rigorosa osservanza in qualsiasi condizione e ambiente.

Alcune organizzazioni non tengono regolarmente le sessioni di bilancio della vita organizzativa e le riunioni generali dei membri né assegnano loro incarichi, che del resto esistono solo formalmente. Tali cattive pratiche vanno superate.

Quei giovani che commettono atti illegali e criminali sono, senza eccezioni, separati dalle loro organizzazioni o non gradiscono il loro controllo.

La Lega della Gioventù, considerando questo come il compito più urgente per risolvere il problema dei giovani che vivono separati dalle loro organizzazioni o non vi sono iscritti, deve garantire che nemmeno un solo giovane stia al di fuori della loro direzione organizzativa. Dovrà condurre costantemente e metodicamente l’educazione dei suoi membri che hanno qualcosa di discutibile nello svolgimento dei loro compiti rivoluzionari e nella loro vita economica e morale.

La garanzia per il consolidamento della Lega della Gioventù nel suo insieme sta nella costruzione e nel rafforzamento delle sue organizzazioni di base.

La Lega della Gioventù dovrà mantenere la consegna Che tutta la Lega aiuti le sue organizzazioni di base!.

Dovrà svolgere un grande lavoro al fine di aiutare i presidenti delle organizzazioni di base a condurre il proprio lavoro da soli e dovrebbero intraprendere in modo sostanziale il lavoro di creazione di organizzazioni di base, sul modello e sulla generalizzazione delle loro esperienze.

Ciò che richiede un’attenzione primaria qui è garantire che le organizzazioni ai livelli più alti organizzino il loro lavoro in modo efficace in conformità con le situazioni reali delle organizzazioni primarie e assegnino incarichi dettagliati in modo da farli lavorare entusiasticamente e supervisionare e controllare rigorosamente come gli incarichi sono implementati.

Nel rafforzare le organizzazioni di base, è importante aumentare i ranghi dei militanti di punta e incrementare il loro ruolo.

L’intera Lega della Gioventù dovrà lanciare una vigorosa spinta a emulare i modelli dei tempi, e anche le organizzazioni di base dovrebbero sforzarsi di scoprire e proporre giovani che possono essere chiamati modelli e incoraggiare i loro membri duri a educare e trasformare in modo proattivo i ritardatari. In questo modo, possono aumentare i ranghi dei giovani patriottici.

Consapevoli della loro posizione nello sforzo di rafforzare e sviluppare le organizzazioni delle leghe giovanili e guidare la vita organizzativa dei loro membri, i comitati cittadini e distrettuali della Lega della Gioventù dovranno organizzare scrupolosamente il lavoro di consolidamento delle organizzazioni primarie e la formazione dei loro membri attraverso la vita organizzativa.

I comitati cittadini, provinciali, prefetturali e distrettuali della Lega della Gioventù non devono rivelare deviazioni come l’assegnazione senza discernimento di compiti sociali alle loro organizzazioni di livello inferiore, che impedisce loro di svolgere adeguatamente il lavoro interno.

Si dovrà instaurare un corretto sistema di lavoro e ordine in conformità con la mutata realtà mutata e la situazione prevalente.

È necessario riadattare la struttura e i ranghi delle organizzazioni della Lega della Gioventù a tutti i livelli, dal Comitato centrale ai comitati provinciali, cittadini e distrettuali, e assegnare loro incarichi chiari in modo che possano svolgere in modo soddisfacente il loro ruolo del personale generale nell’organizzazione e nella conduzione dell’educazione dei giovani, che sia saldamente basato sulla realtà.

Attualmente il numero dei membri della Lega della Gioventù va diminuendo e varie irrazionalità nel guidare la loro vita organizzativa si sono rivelate nelle campagne e in alcune altre aree e unità. Pertanto, vanno prese misure per razionalizzare la composizione delle organizzazioni di base e migliorare il sistema in base al quale viene condotta la vita organizzativa.

Per dare una svolta sostanziale al lavoro della Lega della Gioventù, i suoi funzionari dovranno migliorare in modo decisivo il loro ruolo e il loro senso di responsabilità.

La chiave per rafforzare il campo giovanile è migliorare il ruolo e le qualifiche dei suoi funzionari.

Al momento attuale alcuni funzionari della Lega della Gioventù, con l’atteggiamento di chi pensa di avere un titolo temporaneo, sono inclini ad accontentarsi di arrivare a fine mandato anziché dedicarsi al lavoro.

Senza eliminare questo atteggiamento irresponsabile nello stile di lavoro, non ci si può aspettare alcun cambiamento innovativo nel lavoro con i giovani.

I funzionari della Lega della Gioventù, pienamente consapevoli di essere operatori politici che trasformano i giovani in veri costruttori e patrioti socialisti e con l’atteggiamento di assumersi la responsabilità del loro futuro e del loro presente, dovranno impegnarsi in modo attivo al lavoro della Lega della Gioventù.

Con un’ampia visione politica, uno zelo vertiginoso, una spinta determinata e un’elevata capacità di direzione, dovranno lavorare sinceramente per una perfetta esecuzione di ogni loro compito e lanciare qualsiasi opera in modo audace e innovativo con un pensiero creativo.

I funzionari della Lega della Gioventù dovranno tutti diventare dei propagandisti che si immergono in profondità tra i giovani e spiegano la politica del Partito in termini semplici, nonché i loro fedeli assistenti che li guidano sulla retta via condividendo con loro gioie e dolori.

Dovranno inoltre diventare persone versatili, irreprensibili sia in privato che in pubblico, saldamente armate delle idee e delle intenzioni rivoluzionarie del Partito e possedenti una conoscenza multiforme, una vasta cultura, nobili virtù e autentica umanità.

È necessario che l’intera Lega della Gioventù organizzi corsi brevi, esperienze reali, una formazione continua e altre attività efficaci per migliorare le qualifiche dei suoi funzionari e dirigere uno sforzo particolare per formare adeguatamente i presidenti dei comitati cittadini e distrettuali.

L’intero Partito e tutta la società dovranno fornire un’assistenza attiva al lavoro della Lega della Gioventù e impegnarsi molto nell’educazione dei giovani.

Attribuire importanza ai giovani, considerando il lavoro della Lega della Gioventù come parte del lavoro del Partito, in modo che possano essere pienamente consapevoli delle loro caratteristiche originali e della loro linea di sangue e portino avanti con fermezza il testimone della rivoluzione è un prerequisito fondamentale dell’idea del nostro Partito.

Solo lavorando duramente nella formazione dei giovani, della prossima generazione della rivoluzione, il sangue patriottico e il sudore versati dalle generazioni precedenti non finiranno nel nulla e il futuro del paese diventerà luminoso.

Tutte le organizzazioni e i funzionari del Partito dovranno prestare molta attenzione e molta cura al lavoro della Lega della Gioventù e all’istruzione dei giovani con il sentimento dei genitori che allevano i loro figli come persone dignitose.

I quadri dirigenti del Partito devono essere i primi a pensare sempre all’istruzione dei giovani, a riflettere sulle soluzioni e a fare richieste precise ai dipartimenti e ai funzionari dei loro comitati di Partito per fornire un’assistenza efficace al lavoro con i giovani e organizzare intenzionalmente iniziative per questo lavoro.

Dovranno essere abbastanza audaci da affidare alle organizzazioni della Lega della Gioventù grandi progetti, sostenere pienamente ciò che queste organizzazioni conducono e aiutarle a ottenere buoni risultati.

Dovranno costruire le fila dei funzionari della Lega della Gioventù con quei giovani che sono infinitamente fedeli al Partito e sono stati addestrati attraverso il servizio militare e il lavoro sul campo, incoraggiarli a provare un più alto senso di onore e orgoglio e risolvere i problemi del loro sviluppo futuro in modo responsabile.

Ogni organizzazione del Partito dovrà intraprendere una campagna efficace per creare unità modello che siano d’esempio nella direzione del Partito sul lavoro della Lega della Gioventù, di modo che le sue organizzazioni possano lavorare con vigore a cambiamenti sostanziali nell’educazione dei giovani.

Il Dipartimento delle organizzazioni dei lavoratori presso il Comitato Centrale del Partito dovrà convertire l’orientamento del suo lavoro in quello di un dipartimento operativo che, considerando il lavoro giovanile come la sua massima preoccupazione, proponga piani innovativi volti a migliorare il lavoro della Lega della Gioventù. Dovrà anche controllare e dirigere adeguatamente i dipartimenti delle organizzazioni dei lavoratori nei comitati del Partito a tutti i livelli per dare una svolta allo stile del loro lavoro.

Tutti dovranno diventare maestri nell’educazione dei giovani e la società nel suo insieme deve valorizzarli e riverirli.

I funzionari e i lavoratori dovranno tutti diventare educatori e insegnanti nella formazione dei giovani, il futuro del paese, per essere persone socialiste guidate dall’ideologia collettivista, dal patriottismo e da una visione nobile della vita, per creare un clima sociale per dare un aiuto positivo per la soluzione dei problemi che sorgono nell’animazione socioeducativa.

Oggi la LGSP deve affrontare l’onorevole compito di inaugurare una nuova età dell’oro del movimento giovanile coreano con questo congresso come impulso.

Il nostro Partito e il nostro popolo si aspettano che i milioni di figli e figlie del paese dimostrino al mondo l’intraprendenza e il coraggio dei giovani coreani nella loro lotta per anticipare il brillante futuro del socialismo e del comunismo portando avanti il testimone della lealtà e del patriottismo lasciato loro in eredità dai rivoluzionari precursori.

Credo fermamente che tutte le organizzazioni della Lega della Gioventù e i giovani, che sventolano con orgoglio la bandiera della LGSP, adempiranno pienamente alla loro nobile missione e ai loro doveri nell’avanzata storica verso una nuova vittoria della rivoluzione sotto la guida del Partito.

Fonte: Rodong Sinmun

***

Foto ricordo

Kim Jong Un, Segretario generale del Partito del Lavoro di Corea e presidente della Commissione per gli Affari di Stato della Repubblica Popolare Democratica di Corea, si è sottoposto il 29 aprile a una sessione fotografica con i delegati del X Congresso della Lega della Gioventù.

Erano presenti Jo Yong Won, membro del presidium dell’Ufficio Politico e segretario per le problematiche organizzative del Comitato Centrale del PLC, Ri Il Hwan, segretario del Comitato Centrale del PLC, Kim Jae Ryong, direttore del dipartimento del Comitato Centrale del PLC, e Kwon Yong Jin, direttore generale dell’Ufficio Politico dell’armata del popolo coreano.

I delegati al congresso erano fortemente entusiasti ed onorati di poter fare una foto nella Piazza del Palazzo del Sole di Kumsusan, il tempio supremo del Juche, con il segretario generale che ha assicurato che il X Congresso della Lega della Gioventù fosse glorificato in quanto occasione di una svolta epocale che ha segnato una tappa fondamentale per un nuovo sviluppo della storia del movimento giovanile orientato al Juche, e ha dato un programma di combattimento per il rafforzamento della Lega della Gioventù.

Non appena lo stimato compagno Kim Jong Un si è presentato al luogo della sessione fotografica, tutti i delegati sono esplosi in grida di giubilo come segno della loro profonda riverenza per il Segretario generale, che apprezza ed ama i giovani e li addestra per essere affidabili successori del PLC e pilastri del nostro Stato socialista.

Ha calorosamente salutato i delegati che applaudivano entusiasticamente per il suo incoraggiamento nei loro confronti.

Ha detto che con il congresso che si è tenuto assieme ad altri avvenimenti speciali per il nostro Partito, il movimento giovanile si trasformerà senz’altro nella grande forza trainante dell’edificazione socialista e tutti i giovani dovrebbero essere preparati ad essere giovani patrioti che salvaguardano calorosamente il socialismo e dedicano sé stessi all’edificazione socialista così che l’intero paese sia animato dai giovani, che aumenti costantemente il grado dei pionieri mostrando dei bei tratti.

Ha posato per una foto con i delegati, esprimendo la convinzione che avrebbero dato un contributo tangibile per accelerare il brillante futuro del socialismo nel nostro stile, diventando i primi portabandiera nella metamorfosi della Lega della gioventù in una avanguardia rossa, in una giovanile forte d’acciaio modellata sulla base dell’idea rivoluzionaria del nostro Partito e diventando truppe d’assalto che prendono l’iniziativa nell’aprire la strada del progresso per l’attuazione del piano quinquennale stabilito all’VIII Congresso del Partito. Tutti i partecipanti si sono fermamente impegnati nel dimostrare con forza la resistenza e la potenza indomita della giovane avanguardia e dei giovani patrioti intensamente fedeli all’ideologia e alla leadership del Partito nella gigantesca avanzata verso la nuova vittoria della Rivoluzione, portando la bandiera della Lega della Gioventù Patriottica Socialista, che porta le aspettative e la fiducia del rispettato Segretario Generale come una bandiera nella lotta.

Fonte: Rodong Sinmun

Un pensiero su “Il X Congresso della Lega della Gioventù Kimilsungista-Kimjongilista (27-29 aprile 2021)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...