Svoltosi l’VIII Congresso della Federazione Generale dei Sindacati di Corea

L’VIII Congresso della Federazione Generale dei Sindacati di Corea (FGSC) si è svolto a Pyongyang il 25 e 26 maggio.

Il congresso ha globalmente analizzato e passato in rassegna il lavoro dei sindacati durante il periodo esaminato e ha discusso i compiti e i metodi pratici per dimostrare appieno la coesione dell’eroica classe operaia e la possanza militante dei sindacati nell’attuazione delle decisioni dell’VIII Congresso del Partito e della II sessione plenaria dell’VIII Comitato Centrale del PLC compiendo una svolta fondamentale nel lavoro sindacale.

Erano presenti al congresso i delegati eletti dalle organizzazioni sindacali a tutti i livelli.

Hanno presenziato in qualità di osservatori alcuni funzionari degli organismi del Partito, dell’amministrazione e delle forze armate.

Sono intervenuti dal palco Ri Il Hwan, membro dell’Ufficio Politico e segretario del Comitato Centrale del PLC, i membri del Comitato Esecutivo del Comitato Centrale della FGSC, presidenti dei comitati sindacali provinciali, funzionari incaricati del lavoro sindacale negli organismi delle forze armate e quadri e funzionari esemplari delle organizzazioni di base dei sindacati e i relativi funzionari.

Il congresso ha eletto il suo presidium e la sua segreteria.

Il congresso ha approvato i seguenti punti all’ordine del giorno:

  1. Bilancio del lavoro del Comitato Centrale della FGSC;
  2. Bilancio del lavoro della Commissione Centrale di Controllo della FGSC;
  3. Sulla revisione dello Statuto della FGSC;
  4. Elezione dell’organismo dirigente centrale della FGSC.

Al congresso Ri Il Hwan, segretario del Comitato Centrale del PLC, ha letto La Federazione Generale dei Sindacati di Corea deve inaugurare da avanguardia un nuovo e grande slancio dell’edificazione del socialismo, l’importante lettera inviata da Kim Jong Un, Segretario generale del Partito del Lavoro di Corea e Presidente della Commissione per gli Affari di Stato della Repubblica Popolare Democratica di Corea, ai partecipanti al congresso.

Lo stimato compagno Kim Jong Un ha detto, nella lettera:

«Convinto che questo congresso segnerà una svolta nell’avvento dell’innovazione e dello sviluppo nel lavoro dei sindacati come conseguenza del desiderio unanime della classe operaia e degli altri sindacalisti di avanzare più rapidamente verso una grande, nuova vittoria del socialismo e una nuova vita, io, a nome del Comitato Centrale del Partito, estendo calorose congratulazioni al congresso.


Durante l’ardua lotta degli ultimi cinque anni, tutta la classe operaia e gli altri sindacalisti, custodendo nei loro cuori la fiducia del Comitato Centrale che ha dato loro il prezioso titolo di eroica classe operaia di Kim Il Sung e Kim Jong Il, hanno apportato un contributo straordinario all’apertura dell’era del primato del nostro Stato dando mostra della loro insuperabile devozione patriottica.


L’VIII Congresso del PLC ha definito gli obiettivi di una nuova fase volta a porre l’economia del paese su un cammino di sviluppo normale risistemandola e rafforzandola.


L’era di una nuova fase e di un nuovo slancio richiede che la classe operaia e gli altri sindacalisti, i padroni della creazione e della costruzione, memori dell’importante missione e dei doveri che si sono assunti dinanzi ai tempi e alla rivoluzione, sorgano e dimostrino al massimo la loro efficienza combattiva.


La nostra classe operaia dovrà proseguire, nell’avanzata rivoluzionaria di oggi, lo spirito e il coraggio dei suoi predecessori del periodo della ricostruzione postbellica e dei tempi del Chollima, i quali hanno creato miracoli leggendari nella storia della nostra edificazione economica».

Egli ha definito globalmente i compiti e i metodi che si presentano ai sindacati nella fase attuale.

Pak In Chol, presidente del Comitato Centrale della FGSC, ha presentato un rapporto sul primo punto all’ordine del giorno: “Bilancio del lavoro del Comitato Centrale della FGSC“.

Il relatore ha detto che il congresso si svolge in un periodo storico di nuovo slancio e di trasformazioni gigantesche nell’edificazione socialista, un’espressione di grande fiducia e aspettative da parte del Comitato Centrale del Partito che la FGSC dimostrerà appieno la sua potenza di organizzazione politica popolare della classe operaia nel movimento per l’applicazione delle decisioni dell’VIII Congresso del Partito.

Ha detto che lo stimato Segretario generale ha fornito, nella storica lettera indirizzata ai partecipanti al VII Congresso della FGSC cinque anni fa, importanti linee guida cui attenersi da parte della nostra classe operaia e dei sindacati nella nuova era della rivoluzione del Juche.

Ha notato che i successi registrati nel lavoro dei sindacati per portare a termine i compiti definiti dal VII Congresso del Partito sono stati tutti un brillante risultato della grande direzione che il Segretario generale ha dato, guidando il lavoro sindacale passo dopo passo.

Ha affermato che i sindacati si trovano davanti a compiti onorevoli per adempiere alla responsabilità e al dovere degli affidabili partigiani e difensori del Partito nell’avanzata generale per l’apertura di un nuovo largo cammino di edificazione del socialismo, quale accorata risposta al grande programma combattivo definito dall’VIII Congresso del PLC e dalla II sessione plenaria dell’VIII Comitato Centrale del PLC.

Ha chiamato i sindacati a tutti i livelli ad approntare una svolta drastica al lavoro sindacale, guidati dall’idea e dallo spirito dell’VIII Congresso del Partito, e a proseguire brillantemente la tradizione di difendere il Partito con fedeltà e la storia dell’unità unanime.

Ha fatto appello affinché si rafforzassero le organizzazioni sindacali di base, anello chiave nel miglioramento e nel rafforzamento del lavoro sindacale, incrementando la loro funzione e il loro ruolo.

Ha sottolineato la necessità di incoraggiare le organizzazioni sindacali di base a compiere miracoli e imprese nel generare un nuovo grande slancio rivoluzionario attraverso un attivo movimento di massa in linea con l’intenzione del Partito e i requisiti della realtà in sviluppo.

Sono stati pronunciati discorsi sul primo punto all’ordine del giorno.

Vi si sono analizzati a tutto campo, facendone il bilancio, gli errori nel lavoro sindacale a tutti i livelli durante il periodo in esame e le loro cause.

Gli oratori hanno esplicitato il loro giuramento di sforzarsi al massimo per instaurare più a fondo il sistema unico di direzione del Comitato Centrale del Partito e incoraggiare la classe operaia e i sindacalisti ad applicare le decisioni dell’VIII Congresso, considerando la lettera inviata da Kim Jong Un come il compito militante generale dei sindacati.

Il congresso ha ascoltato un rapporto sul secondo punto all’ordine del giorno: “Bilancio del lavoro della Commissione Centrale di Controllo della FGSC” a seguito del quale sono stati pronunciati dei discorsi. È stata adottata una risoluzione con voto unanime.

Il congresso ha discusso il terzo punto all’ordine del giorno: “Sulla revisione dello Statuto della FGSC“.

Vi è stato un rapporto sulla revisione dello Statuto della FGSC il quale è stato modificato e integrato come richiesto dalla rivoluzione in sviluppo e sul principio dell’edificazione dei sindacati; è stata adottata una risoluzione con approvazione unanime dei delegati.

Il congresso ha discusso il quarto punto all’ordine del giorno: “Elezione dell’organismo dirigente centrale della FGSC“.

Anzitutto, ha eletto il Comitato Centrale della FGSC.

Tutti i nominati sono stati eletti membri e membri supplenti del Comitato Centrale della FGSC con l’approvazione unanime dei delegati.

Quindi si è tenuta la prima sessione plenaria dell’VIII Comitato Centrale della FGSC.

Ri Il Hwan ha annunciato i risultati della sessione plenaria.

È stato eletto il Comitato Esecutivo del Comitato Centrale della FGSC.

Pak In Chol è stato eletto presidente del Comitato Centrale della FGSC e Kang Chol Man, Pong Won Ik, Pak Yang Thae, Kim Song Ho e Choe Su Dong ne sono stati eletti vicepresidenti.

È stato formato il Comitato Organizzativo del Comitato Centrale della FGSC.

Sono stati eletti il presidente, i vicepresidenti e i membri della Commissione Centrale di Controllo della FGSC.

Sono stati nominati i direttori dipartimentali del Comitato Centrale della FGSC e il caporedattore dell’organo di stampa del Comitato Centrale della FGSC.

Il congresso ha eletto il comitato redazionale della risoluzione del congresso coi neoeletti membri dell’VIII organo dirigente centrale della FGSC, e il comitato ha esaminato globalmente la bozza di risoluzione sul primo punto all’ordine del giorno.

Una risoluzione sul primo punto all’ordine del giorno, integrata con le opinioni creative e costruttive dei delegati, è stata adottata con la loro unanime approvazione.

Fonte: DPRK Today

Un pensiero su “Svoltosi l’VIII Congresso della Federazione Generale dei Sindacati di Corea

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...