VII Congresso dell’Unione Socialista delle Donne di Corea

Il 20 e 21 giugno si è svolto a Pyongyang il VII Congresso dell’Unione Socialista delle Donne di Corea.

La riunione ha fatto un’analisi e un bilancio su tutti i piani delle attività condotte dall’Unione dopo il suo VI Congresso e ha proceduto alla discussione circa i compiti e i metodi pratici che s’impongono affinché l’USDC compia la sua missione e il suo dovere di organizzazione rivoluzionaria delle donne nella lotta per conseguire una nuova e grande vittoria dell’edificazione del socialismo.

Vi hanno preso parte i delegati eletti nelle organizzazioni dell’Unione delle Donne a tutti i livelli.

Vi hanno assistito a titolo di osservatori dei quadri del Partito e dell’amministrazione, così come quelli degli organismi delle forze armate.

Hanno preso posto sulla tribuna d’onore Ri Il Hwan (membro dell’Ufficio Politico e segretario del Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea), Ri Tu Song (direttore dipartimentale del CC del Partito), i membri del Comitato Esecutivo del CC dell’USDC, i presidenti provinciali dell’Unione delle Donne, i quadri degli organismi delle forze armate, gli incaricati del lavoro dell’Unione delle Donne, i membri titolari modello e i militanti esemplari nonché i quadri del relativo settore.

La riunione ha eletto una presidenza e una segreteria.

Essa ha messo all’ordine del giorno i punti seguenti:

  1. Bilancio dell’attività del CC dell’USDC;
  2. Bilancio dell’attività della Commissione Centrale di Controllo dell’USDC;
  3. Revisione dello statuto dell’USDC;
  4. Elezione dell’organismo dirigente centrale dell’USDC.

Ri Il Hwan ha dato lettura della lettera indirizzata ai partecipanti al congresso da parte dello stimato compagno Kim Jong Un, Segretario generale del Partito del Lavoro di Corea e Presidente della Commissione per gli Affari di Stato della Repubblica Popolare Democratica di Corea: L’Unione delle Donne deve essere una truppa dinamica per l’impulso al progresso e allo sviluppo del socialismo coreano.

Nella sua lettera, Kim Jong Un si è congratulato con loro a nome del CC del Partito, esprimendo la sua speranza che questo congresso, apertosi all’indomani della III sessione plenaria dell’VIII Comitato Centrale del Partito, possa segnare una svolta nel lavoro diretto a trasformare le militanti dell’Unione in rivoluzionarie fedeli al Partito e in patriote ferventi, prendendo coscienza ancora una volta della posizione e della missione del movimento femminile coreano che svolge un ruolo importante nella rivoluzione.

«La nobiltà d’animo e la lotta indomita delle nostre donne e delle nostre militanti dell’Unione le quali, rimettendosi interamente al PLC per quanto concerne i loro destini, danno prova di una devozione illimitata per aggiungere alla vittoria e alla gloria della patria socialista, sono cagione di immensa fierezza per il nostro Partito e il nostro popolo ─ ha detto ─; anche nel corso degli ultimi cinque anni, esse hanno compiuto azioni concrete dinanzi alla patria e al popolo e alle generazioni future grazie al loro ardente patriottismo».

Egli ha affermato che l’Unione delle Donne deve accrescere rimarcabilmente la sua capacità d’azione nella marcia rivoluzionaria per inaugurare una nuova era di slancio e di cambiamenti impetuosi nell’edificazione del socialismo e mobilitare tutti i suoi membri per l’applicazione delle decisioni fondamentali del Congresso del Partito e del suo CC, rinvigorendo la nostra rivoluzione e alimentando fortemente la marcia popolare generale, e ha precisato i compiti e i metodi che s’impongono attualmente alle organizzazioni dell’Unione delle Donne.

Jang Chun Sil, presidentessa del CC dell’USDC, ha presentato un rapporto sul primo punto all’ordine del giorno: “Bilancio dell’attività del CC dell’USDC”.

Nel suo rapporto, ella ha detto tra le altre cose:

«L’apertura di questo congresso in un momento in cui si inaugura una nuova era di dinamismo e di progresso seguendo la direzione definita dall’VIII Congresso del PLC fa fede della fiducia e della sollecitudine del CC del Partito, il quale desidera che l’Unione delle Donne svolga a meraviglia il suo ruolo di cinghia di trasmissione e di assistente affidabile del Partito continuando lo spirito di lotta eroico delle donne delle generazioni precedenti.

I successi ottenuti nel lavoro dell’Unione per la realizzazione dei compiti proposti dal VII Congresso del Partito sono interamente dovuti alla direzione eminente del Segretario generale che ha portato l’Unione a restare infinitamente fedele all’opera del Partito.

L’Unione delle Donne ha il glorioso compito di manifestare appieno la sua possanza di combattimento in qualità di organizzazione politica di massa nella marcia generale per la messa in opera del programma di lotta definito dall’VIII Congresso del Partito.

Le organizzazioni dell’Unione a tutti i livelli devono mobilitarsi per far maturare una svolta radicale nel lavoro di quest’ultima seguendo le decisioni del Congresso».

La relatrice ha invitato tutte le militanti ad avanzare vigorosamente verso nuove vittorie della causa del socialismo, strettamente unite attorno allo stimato compagno Kim Jong Un.

Si è quindi aperto il dibattito sul primo punto.

Le intervenute hanno fatto l’analisi dei successi e delle esperienze ottenute, così come dei difetti rilevati e delle loro cause negli affari dell’Unione dopo il suo VI Congresso.

Allo stesso tempo, si sono risolte a condurre il lavoro dell’Unione secondo le idee e la volontà del Partito raddoppiando d’ardore con una nuova determinazione.

La riunione ha esaminato il secondo punto all’ordine del giorno: “Bilancio dell’attività della Commissione Centrale di Controllo dell’USDC”.

Il rapporto sull’attività di questa commissione è stato presentato e seguito da interventi, e si è adottata una risoluzione dietro approvazione unanime dei delegati.

La riunione ha deliberato sul terzo punto all’ordine del giorno: “Revisione dello statuto dell’USDC”.

È stato presentato un rapporto sulla revisione dello statuto dell’USDC in conformità delle esigenze dello sviluppo della rivoluzione e dei principi dell’edificazione dell’Unione ed è stata approvata all’unanimità una risoluzione.

La riunione ha dibattuto il quarto punto all’ordine del giorno: “Elezione dell’organismo dirigente centrale dell’USDC”.

È stato eletto il CC dell’USDC.

Sono stati eletti i membri titolari e supplenti del CC dell’USDC e il Comitato Esecutivo del CC.

Kim Jong Sun è stata eletta presidentessa e Cha Hyon Ok, Ri Hyang Suk, Son Myong Ae e Ri Hae Im vicepresidentesse del CC.

Si è costituito il comitato organizzativo del CC.

Sono state elette la presidentessa, la vicepresidentessa e i membri della Commissione Centrale di Controllo e nominate le direttrici dipartimentali del CC.

La riunione ha infine adottato all’unanimità una risoluzione sul primo punto all’ordine del giorno.

Fonte: Rodong Sinmun

Un pensiero su “VII Congresso dell’Unione Socialista delle Donne di Corea

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...