Parata delle forze paramilitari e della pubblica sicurezza

La parata delle forze paramilitari e della pubblica sicurezza, consacrata al 73° anniversario della fondazione della RPDC, si è solennemente svolta il 9 settembre nella Piazza Kim Il Sung della capitale Pyongyang.

Come prima cosa si sono svolti la cerimonia di apertura, estremamente peculiare, della fanfara militare generale e l’atterraggio dei paracadutisti che hanno ornato il cielo notturno con la bandiera della Repubblica.

Le formazioni degli aerei da scorta sono passate nel cielo della piazza e i cannonieri hanno sparato salve fiammeggianti che hanno aggiunto all’atmosfera della celebrazione.

L’orchestra della Commissione per gli Affari di Stato e la fanfara generale del ministero della Difesa nazionale, incaricati dell’esecuzione della musica della sfilata, si sono presentati sulla piazza.

Le colonne di marcia hanno fatto il loro ingresso nella piazza, con aria marziale, al suono di una musica orecchiabile ed energica.

Alla mezzanotte, Kim Jong Un, Segretario generale del Partito del Lavoro di Corea e Presidente della Commissione per gli Affari di Stato della Repubblica Popolare Democratica di Corea, ha fatto la sua comparsa alla tribuna d’onore.

È stato accolto da una tempesta di acclamazioni di «evviva», «Kim Jong Un» e «Difesa risoluta», mentre dei superbi fuochi d’artificio riverberavano nel cielo.

Rispondendo con cenni della mano alle acclamazioni entusiaste dei membri delle colonne di marcia e dei delegati alle festività, egli ha rivolto i suoi amichevoli saluti a tutto il popolo del paese che celebra l’anniversario della fondazione del nostro prestigioso Stato.

Alcuni membri dell’Unione dei Bambini hanno presentato dei mazzi di fiori, tanto a lui quanto ai quadri del Partito, del governo e dell’esercito.

Hanno preso posto alla tribuna d’onore i quadri del Partito e del governo, tra cui Choe Ryong Hae, Jo Yong Won, Kim Tok Hun, Pak Jong Chon, Ri Il Hwan, Jong Sang Hak, O Su Yong, Thae Hyong Chol, Kim Jae Ryong, O Il Jong, Kim Yong Chol, Jong Kyong Thaek, Ho Chol Man, Pak Thae Dok, Kim Hyong Sik, Yu Jin, Pak Myong Sun, Ri Chol Man, Jon Hyon Chol, Pak Jong Gun, Yang Sung Ho, Jang Jong Nam, U Sang Chol, i dirigenti del Consiglio dei ministri, dei comitati, dei ministeri e di altri organismi a livello centrale, gli innovatori nel lavoro e le persone meritorie che hanno apportato contributi eccezionali allo sviluppo della Repubblica, così come i quadri dirigenti degli organismi delle forze armate, tra cui Kwon Yong Jin, Ri Yong Gil e Rim Kwang Il.

Si sono visti anche Kim Yong Nam, Pak Pong Ju, Kim Ki Nam, Choe Thae Bok, Kim Kyong Ok e Kim Jong Im, i quali hanno lavorato a lungo nel Partito e nel governo.

I delegati alle festività si sono sistemati sulle gradinate riservate agli invitati.

L’alzabandiera si è svolto con solennità.

È stato eseguito il canto La patria gloriosa e sono stati sparati a salve 21 colpi.

Ri Il Hwan, membro dell’Ufficio Politico e segretario del CC del PLC, ha pronunciato un discorso.

Vi è poi stato un sopralluogo per i preparativi della parata.

Il comandante della GROC Kang Sun Nam ha riferito a Jo Yong Won, membro del Presidium dell’Ufficio Politico e segretario per gli affari organizzativi del Comitato Centrale del PLC, che le unità di parata si sono messe in fila per far controllare la loro preparazione.

Jo Yong Won ha ispezionato le unità di marcia.

Ha cortesemente riferito al Segretario generale del PLC che le forze paramilitari e di pubblica sicurezza sono pronte a iniziare la parata per celebrare il 73° anniversario della fondazione della RPDC.

Dopodiché, si è svolta la marcia solenne delle forze armate civili e della pubblica sicurezza.

Ad entrare per prima nella piazza, guidata dall’auto di testa del comandante della GROC, è stata la colonna della divisione dei membri del Partito della città di Pyongyang. Sono, questi, creatori di prodezze e combattenti che hanno portato avanti devotamente le politiche del Partito per conquistare la vittoria nella campagna per la protezione del popolo, come si addice ai corpi distaccati inviati dal Comitato Centrale sui luoghi della riparazione dei disastri lo scorso anno.

Al loro seguito vi erano la colonna della GROC della città di Pyongyang, forza di milizia a difesa della capitale, guidata dal segretario capo del comitato cittadino del Partito, Kim Yong Hwan, e le colonne della GROC del Nord e Sud Phyongan, a guardia del confine e delle mura della capitale come fortezze inespugnabili, ciascuna guidata dai segretari principali dei comitati provinciali, Mun Kyong Dok e An Kum Chol.

Erano seguiti dalle colonne delle Guardie rosse delle province del Nord e Sud Hwanghae, i ranghi degli occupati sul fronte agricolo, guidati dai segretari principali dei comitati provinciali: Pak Chang Ho e Pak Song Chol.

Le colonne delle Guardie rosse delle province del Jagang e del Kangwon guidate dai segretari principali dei comitati provinciali, Kang Pong Hun e Kim Su Gil, hanno mostrato bene il particolare orgoglio e la fiducia in sé nel creare lo spirito dei tempi superando le tristi difficoltà che si stagliano dinanzi al paese e la rivoluzione.

Successivamente hanno sfilato in bella disposizione le colonne delle Guardie rosse delle province del Nord e Sud Hamgyong e della provincia del Ryanggang, guidate dai segretari principali dei comitati provinciali: Kim Chol Sam, Ri Jong Nam e Ri Thae Il.

Kim Jong Un ha rivolto un saluto militante alle colonne che marciavano in ordine.

Le colonne del Ministero delle Ferrovie e dell’Amministrazione dell’Air Koryo hanno sfilato nella piazza.

Non appena la colonna del complesso metallurgico Kim Chaek, una grande base dell’industria metallurgica nella parte settentrionale del paese, la colonna della fabbrica metalmeccanica Ryonha di Huichon, che ha dato origine alla rivoluzione industriale nel nuovo secolo e la colonna del complesso di fertilizzanti Hungnam, un arsenale del fronte agricolo socialista, sono entrate nella piazza, la gente si è congratulata calorosamente con le fila dell’eroica classe operaia.

Sono seguite la colonna del complesso metalmeccanico di Rakwon e delle acciaierie Chollima.

Quindi, sono entrate nella piazza le colonne del complesso metalmeccanico di Ryongsong, del complesso carbonifero della Gioventù del distretto di Sunchon e della filanda Kim Jong Suk di Pyongyang.

Le colonne del settore di prevenzione dell’emergenza epidemica e del Ministero della sanità pubblica erano piene di entusiasmo patriottico nel mostrare i vantaggi del sistema socialista a tutto il mondo, proteggendo fermamente la sicurezza del Paese e della sua gente dalla pandemia mondiale.

Vi sono state anche la colonna dell’Accademia statale delle Scienze, e quella degli uomini di cultura e d’arte e degli sportivi composta da quegli artisti, cineasti e sportivi che hanno contribuito ad esaltare l’onore del Paese e ad inaugurare la fioritura della cultura socialista.

Non sono inoltre mancate le colonne dell’Università Kim Il Sung, del politecnico Kim Chaek e delle Giovani Guardie Rosse.

Seguendo le colonne delle forze paramilitari, i ranghi delle forze della pubblica sicurezza hanno marciato davanti alla piattaforma.

Kim Jong Un ha inviato un saluto incoraggiante alle colonne in parata che sfilavano in bella disposizione, dimostrando l’invincibilità di affidabile forza di guardia politica del nostro Partito e forza d’élite facente parte delle forze armate rivoluzionarie.

La prima colonna era la colonna della truppa mobile speciale di cavalleria delle forze di pubblica sicurezza.

È stata seguita da una truppa di ricerca militare cinofila.

Le colonne meccanizzate della GROC sono entrate nella piazza, dimostrando la vitalità della linea militare del nostro Partito per l’autodifesa.

Seguendo la colonna delle motociclette, hanno sfilato nella piazza i responsabili della meccanizzazione agricola che operano nei campi della cooperativa socialista, alla guida di trattori trasportanti pezzi di artiglieria per colpire in caso di emergenza gli aggressori e le loro forze vassalle con una potenza di fuoco annichilente.

Le colonne meccanizzate rombavano davanti alla piazza, ricordando che il nostro Paese si è trasformato in una fortezza inespugnabile con una potente milizia capace di svolgere qualunque operazione e battaglia in autonomia insieme all’invincibile esercito regolare.

La colonna dei vigili del fuoco delle Forze di Pubblica Sicurezza è stata l’ultima a sfilare.

Al termine della parata, sono ripartiti i fuochi d’artificio e in piazza è iniziata una serata di gala di giovani e studenti.

Gli spettacolari fuochi d’artificio hanno accresciuto l’entusiasmo e l’ottimismo di giovani e studenti.

Dopo la serata di gala e lo spettacolo di fuochi d’artificio, tempestose grida di giubilo all’indirizzo del Segretario generale hanno nuovamente scosso il cielo e la terra.

Kim Jong Un ha salutato calorosamente e a lungo la folla entusiasta.

Tutti i partecipanti hanno manifestato il più grande onore e la più profonda gratitudine a Kim Jong Un, un eroe senza pari che sta facendo risplendere appieno la nuova era di prosperità generale del Paese e l’era del principio del primato del nostro Stato con il suo amore ardente e la sua dedizione abnegata al Paese e al popolo.

Fonte: Rodong Sinmun

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...