Apertura della mostra sullo sviluppo della difesa nazionale «Autodifesa 2021». Kim Jong Un pronuncia un discorso commemorativo alla cerimonia d’apertura

L’11 ottobre si è solennemente aperta, al Salone delle Tre Rivoluzioni, la mostra sullo sviluppo della difesa nazionale «Autodifesa 2021» in occasione del 76° anniversario della fondazione del Partito del Lavoro di Corea.

Kim Jong Un, Segretario generale del Partito del Lavoro di Corea e Presidente della Commissione per gli Affari di Stato della Repubblica Popolare Democratica di Corea, ha onorato della sua presenza la cerimonia d’apertura di questa esposizione.

Appena giunto sul posto, tutti i presenti hanno lanciato a pieni polmoni delle acclamazioni a colui che, grazie alla sua perspicacia fuori dal comune, alla sua direzione eminente e alla sua audacia senza pari, ha permesso al nostro paese di dotarsi di un’irriducibile forza di deterrenza bellica per salvaguardare efficacemente la sicurezza della patria e del popolo così come la pace nella regione e nel resto del mondo, e che conduce sulla via della vittoria e della gloria l’opera del Partito, l’opera di realizzazione della ricchezza del paese e della potenza dell’esercito.

Alla cerimonia hanno preso parte i membri del Presidium dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC Choe Ryong Hae, Jo Yong Won, Kim Tok Hun e Pak Jong Chon, e gli altri quadri del Partito e del governo: Ri Il Hwan, Jong Sang Hak, O Su Yong, Thae Hyong Chol, Kim Jae Ryong, O Il Jong, Kim Yong Chol, Jong Kyong Thaek, Kim Song Nam, Ho Chol Man, Pak Thae Dok, Kim Hyong Sik, Yu Jin, Pak Myong Sun, Ri Chol Man, Jon Hyon Chol, Pak Jong Gun, Yang Sung Ho, Ju Chol Gyu, Ri Son Gwon, Jang Jong Nam, U Sang Chol e Kim Yong Hwan, i quadri dirigenti del Consiglio dei ministri, dei ministeri e delle organizzazioni dei lavoratori, quelli degli organismi delle forze armate, tra cui Kwon Yong Jin, Ri Yong Gil e Rim Kwang Il, e i comandanti delle unità interarmi delle armate dell’Esercito Popolare di Corea.

Vi sono stati invitati quadri, scienziati e tecnici meritevoli del settore dell’industria della difesa nazionale.

Prima dell’inizio della cerimonia d’apertura, si è anzitutto assistito a una cerimonia di uno stile particolare della fanfara militare generale, seguita da una dimostrazione di kyoksul (arti marziali) dei combattenti dell’Esercito Popolare, un atterraggio del miglior paracadutista con la bandiera rossa del Partito e un volo tecnico dei cacciabombardieri nel cielo del posto.

Dopodiché, si è svolta la cerimonia d’apertura.

La comparsa di Kim Jong Un alla tribuna d’onore assieme ai quadri dirigenti e alle persone meritevoli del settore della ricerca scientifica della difesa nazionale è stata salutata da una tempesta di acclamazioni.

Pak Jong Chon, membro del Presidium dell’UP e segretario del CC del PLC, ha pronunciato il discorso d’apertura.

Appena dichiarata l’apertura della mostra, è stato eseguito l’inno nazionale della Repubblica Popolare Democratica di Corea.

Kim Jong Un ha pronunciato un discorso commemorativo.

«La solenne esposizione di oggi ─ ha dichiarato ─ sarà una piena dimostrazione del potenziale nazionale, non meno importante di una parata militare in grande stile, poiché consente di comprendere in maniera concentrata e intuitiva il grandioso progetto e le capacità di direzione e di esecuzione pratica del nostro Partito, il quale scrive una nuova storia del rafforzamento del potenziale difensivo dello Stato grazie al mantenimento invariabile della linea di autodifesa invincibile, e di dimostrare il livello di sviluppo prodigioso della scienza della difesa nazionale e dell’industria bellica del nostro Stato, così come le sue prospettive radiose».

Ha evocato il cammino inesplorato che il nostro Partito ha dovuto aprirsi negli ultimi cinque anni, deciso a sfidare la morte, per rinnovare l’industria della difesa nazionale, menzionando la giustezza della politica di difesa nazionale del nostro Partito che ha definito il rafforzamento di quest’ultima come un affare di Stato di somma importanza, compito indispensabile e vitale che non dev’essere trascurato un solo istante.

Parimenti, ha invitato di tutto cuore l’insieme del popolo a darsi corpo e anima, a consacrare tutta la sua intelligenza e tutto il suo ardore alla sacra causa dell’accrescimento al massimo della capacità difensiva del nostro grande Stato.

In seguito, sono state assegnate premiazioni alle persone che hanno reso un servizio particolare allo sviluppo della capacità difensiva del paese.

Kim Jong Un ha conferito in persona l’Ordine di Kim Il Sung e l’Ordine di Kim Jong Il, ordini supremi del nostro paese, il Premio Kim Il Sung e il Premio Kim Jong Il, il titolo di Eroe del Lavoro della RPDC con medaglia d’oro (falce e martello) e l’ordine della bandiera nazionale di 1ª classe, il Premio dell’orologio da polso con l’augusto nome del Presidente Kim Il Sung e quello con l’augusto nome del Dirigente Kim Jong Il.

Kim Jong Un ha percorso, assieme ai partecipanti alla cerimonia, la sala dell’esposizione che presentava principalmente diversi tipi di armi e materiali tecnici da combattimento messi a punto in questi ultimi 5 anni, un’illustrazione concentrata del potenziale della difesa nazionale della RPDC.

Esaminando uno per uno questi armamenti con profonda emozione, egli ha grandemente apprezzato ancora una volta la lealtà patriottica degli uomini del settore della scienza della difesa nazionale che hanno contribuito al rafforzamento massimo della capacità di autodifesa nazionale, opera nazionale sacra.

In ricordo di questa mostra degna di essere inscritta nella storia del nostro Partito e della nostra patria, Kim Jong Un si è fatto fotografare con i quadri dirigenti del settore della scienza della difesa nazionale e, poi, col paracadutista e i piloti summenzionati delle forze aeree e antiaeree dell’EPC.

La mostra costituirà un’occasione significativa per instillare maggior fiducia e vigore al nostro popolo nella marcia storica indomita per uno sviluppo generalizzato del socialismo coreano e per incoraggiare grandemente la lotta degli scienziati della difesa nazionale e della classe operaia dell’industria bellica, i quali s’impegnano senza riserve per raggiungere l’obiettivo di modernizzazione dell’industria della difesa nazionale definito dall’VIII Congresso del Partito.

Fonte: Rodong Sinmun

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...