L’esplosione nel settore di Hwasong e il suo significato

Riceviamo e volentieri pubblichiamo. Dall’Associazione Coreana di Pubblicazioni e Scambi (KPEA).

***

Un’esplosione fragorosa ha scosso il settore di Hwasong a Pyongyang, capitale della Repubblica Popolare Democratica di Corea, il 12 febbraio, simboleggiando l’inizio della costruzione di altri 10.000 appartamenti dopo quelli dell’anno scorso.

Le promesse al popolo vengono infallibilmente mantenute

Kim Jong Un, Presidente della Commissione per gli Affari di Stato, ha presenziato alla cerimonia d’inaugurazione e vi ha pronunciato un discorso. Egli si recò anche a quella del progetto per la costruzione di 10.000 appartamenti a Songsin e Songhwa l’anno scorso.

Di fatto, costruire case nella Repubblica Popolare Democratica di Corea significa spendere un enorme quantitativo di denaro, materiali e manodopera, poiché ciò viene fatto a spese dello Stato ed esse vengono fornite gratuitamente al popolo.

Come egli ha detto nel suo discorso, l’anno scorso il progetto di costruire 10.000 alloggi nei settori di Songsin e di Songhwa si è svolto nelle ardue condizioni in cui il paese attraversava una situazione economica difficile e gli ostacoli si accumulavano.

Anche quest’anno persistono le sanzioni e il blocco da parte delle forze ostili e non si intravede una prospettiva di fine della crisi sanitaria globale. Qual è dunque la ragione per cui la RPDC continua a investire una somma immane nella costruzione edilizia in una situazione simile?

L’VIII Congresso del Partito del Lavoro di Corea, svoltosi all’inizio del 2021, ha deciso la costruzione di un totale di 50.000 appartamenti nella sola capitale durante il piano quinquennale, vale a dire 10.000 appartamenti all’anno, proseguendo contemporaneamente la costruzione edilizia in tutto il paese.

Kim Jong Un considera questa decisione di creare delle condizioni di vita eccellenti per le persone come una solenne promessa del PLC, del governo e di sé stesso nei riguardi del popolo. Per questa ragione, spinge in avanti con la costruzione edilizia a dispetto delle crescenti difficoltà.

Per lui niente è più solenne e importante dell’adempimento di una promessa fatta al popolo. Seppur occupato con gli affari generali del paese, egli ha presenziato ogni volta la cerimonia d’inaugurazione della costruzione dei 10.000 appartamenti e vi ha pronunciato un discorso per incoraggiare i costruttori. L’anno scorso ha diretto il progetto di costruzione dei 10.000 appartamenti nei settori di Songsin e Songhwa sino al suo felice completamento risolvendo tutti i problemi che in esso sorgevano, nonostante si fosse a corto di tutto.

Degno di nota è il fatto che egli ha detto, nel suo discorso, che se l’obiettivo di costruire 50.000 appartamenti a Pyongyang, la qual cosa includeva l’enorme progetto venturo nel settore di Hwasong, fosse stato centrato, il Partito avrebbe mantenuto la più importante promessa da esso fatta al popolo e si sarebbe totalmente risolto il problema abitativo dei residenti della capitale. Quindi ha sottolineato che era questo il motivo per cui il PLC e il governo spingevano così tanto per la costruzione annuale di 10.000 case a Pyongyang, sebbene le condizioni e le circostanze attuali fossero più impegnative che mai.

Il fragoroso suono dell’esplosione alla cerimonia d’inaugurazione nel settore di Hwasong può essere interpretato come un simbolo della sua volontà di mantenere sempre le promesse fatte al popolo.

Anticipare la primavera della prosperità

Ciò che ha attirato l’attenzione alla cerimonia di inaugurazione è stata la bandiera del quartier generale per la costruzione dei 50.000 appartamenti a Pyongyang che sventolava vicino alla piattaforma su cui stava Kim Jong Un. È la bandiera da egli personalmente consegnata agli impiegati del progetto per la costruzione dei 10.000 alloggi a Songsin e a Songhwa l’anno scorso dopo averne dichiarato l’inizio.

Stando al suo discorso, la costruzione edilizia non si limita alla costruzione in sé.

Essa si accompagna naturalmente al lavoro di sviluppo del settore edile, che comprende il rafforzamento delle sue basi materiali e tecniche dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo, la realizzazione della diversificazione dei materiali edilizi e della loro produzione locale, l’aumento del tasso di meccanizzazione del lavoro costruttivo e l’applicazione su ampia scala di metodologie edilizie e tecniche architettoniche avanzate. In altre parole, nel corso della costruzione abitativa, il settore edile si modernizza a un livello superiore e si compiono i preparativi per intraprendere progetti più grandi e impegnativi.

L’aspetto principale è che tale progresso condurrà alla costruzione su larga scala di basi industriali metallurgiche e chimiche, di nuovi punti d’appoggio e aree per la produzione di energia elettrica e a progetti edilizi per la trasformazione dei settori di Komdok, Ryonpho e di tutte le zone rurali del paese. In breve, il progetto nel settore di Hwasong è una sorgente dello sviluppo di tutti i settori economici come quello dei materiali edili, della fabbricazione di macchinari, dell’industria metallurgica, chimica ed elettrica e del lavoro di trasformazione dell’aspetto del paese.

Le sfide soggettive e oggettive e le difficoltà che si stagliano oggi dinanzi alla RPDC, ivi inclusi le sanzioni e il blocco da parte delle forze ostili, stanno imponendo unicamente un rigido inverno al tenore di vita del popolo e allo sviluppo economico del paese. Ma Kim Jong Un ha collocato il settore edilizio in prima linea nello sforzo volto a metter fine a questo inverno e ad anticipare la primavera.

Egli è convinto che si stia svolgendo una lotta feroce per una costruzione in grande stile e, in questo frangente, si superano le incertezze e le incapacità, si dimostrano coraggio e intelligenza, si eliminano l’arretratezza e la stagnazione, si conseguono progressi e innovazioni e la forza dello Stato e del popolo per forgiare il futuro aumenta. Sta tutta qui la ragione per cui la bandiera garriva dalla piattaforma ove stava Kim Jong Un.

Kim Jong Un ha fatto sì che il nuovo progetto edilizio partisse a febbraio, un mese prima dell’inizio di quello dell’anno scorso. Ciò equivale a una dichiarazione di determinazione davanti al mondo a superare tutte le sfide e le difficoltà e ad anticipare la nuova primavera di prosperità sulla forza della fiducia in sé.

Traduzione a cura di Jean-Claude Martini

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...