Il Partito del Lavoro e la Rivoluzione Coreana

In occasione del 68°anniversario della fondazione del Partito del Lavoro di Corea, la sezione italiana dell’Associazione di Amicizia e Solidarietà con la Repubblica Popolare Democratica di Corea ha organizzato un’ assemblea  pubblica per celebrare tale ricorrenza. I lavori si sono tenuti all’interno dell’Ambasciata della stessa Corea Popolare, grazie alla gentile concessione del suo personale.  A…

Paolo Piu nuovo delegato ufficiale della Korean Friendship Association Sezione Italiana

Paolo Piu (nella foto con il segretario dell’ambasciata della RPDC in Italia, Paek Song Chol), è stato nominato nuovo Delegato Ufficiale della KFA al posto di Flavio Pettinari, che ha deciso di lasciare tale incarico ed è stato nominato Segretario Generale in qualità di membro onorario dell’Associazione. Dal 2006, Flavio Pettinari ha guidato per sette anni…

Presentazione del libro “Scritti scelti sul socialismo coreano”

Si è svolta  ieri  a Roma  la presentazione del libro “Scritti scelti sul socialismo coreano” a cura della KFA Italia. Durante l’incontro pubblico, che ha visto Lorenzo  Scala  membro della locale  sezione  della KFA fare da moderatore del dibattito, sono intervenuti il delegato ufficiale della KFA Italia  Flavio Pettinari che ha un pò ripercorso i…

Rapporto dell’Associazione di Amicizia e Solidarietà Italia-RPDC circa i recenti sviluppi della crisi inter-coreana.

L’attuale crisi inter-coreana, la cui massima espressione sembra essere, per ora, un duro confronto diplomatico con consequenziali dimostrazioni di forza militare, ha riportato dopo un certo periodo di tempo l’attenzione dei media internazionali sulla situazione della Penisola di Corea; essi conferiscono però grande spazio unicamente alle cosiddette “minacce” nordcoreane agli Stati Uniti, evitando però arbitrariamente…

Intervista a Flavio Pettinari (KFA-Italia) sulla crisi coreana.

da statopotenza.eu L’attuale situazione di tensione nella penisola coreana, viene addebitata, dalla pubblicistica occidentale, alla sola volontà guerrafondaia o, peggio, alla follia della dirigenza della RPDC. Ad un’analisi meno superficiale la situazione sembra radicalmente diversa e queste analisi rientrano nella presunzione atlantico-occidentalista di ridurre tutto ad un semplicistico schema “alleato-giustizia/nemico-follia”. Diventa quindi necessario, soprattutto nei periodi…