I crimini degli Stati Uniti

I crimini degli imperialisti americani nella Guerra di Corea Pyongyang, 4 luglio (KCNA) — Durante la Guerra di Corea (25 giugno 1950-27 luglio 1953), gli aggressori imperialisti americani hanno distrutto e saccheggiato beni culturali preziosi della nazione coreana in diverse parti della RPDC. Nel 1951, i pirati dell’aria americani sganciarono bombe a caso sul tempio…

I compagni coreani e i venti di guerra

Ricercatore di studi politici internazionali: L’Asia-Pacifico non è l’Atlantico del nord Kim Hyo Myong, ricercatore della Società di Studi Politici Internazionali, ha pubblicato mercoledì un articolo intitolato L’Asia-Pacifico non è l’Atlantico del nord. Segue il testo completo: Le fiamme di guerra attizzate nell’Europa orientale vanno estendendosi alla regione dell’Asia-Pacifico. Ad aprile, il presidente del Comitato…

Kim Yo Jong contro le provocazioni USA

Kim Yo Jong, vicedirettrice dipartimentale del Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea, ha reso la seguente dichiarazione alla stampa il 10 agosto 2021: «Nonostante la condanna e la denuncia unanime all’interno e all’estero, alla fine gli Stati Uniti hanno disperatamente iniziato le esercitazioni militari congiunte che accrescono l’instabilità della situazione. La manovra, suddivisa…

La Corea popolare contro gli aggressori sionisti e a fianco del popolo palestinese

In occasione del cessate il fuoco dichiarato dallo Stato d’Israele dopo giorni di attacchi e aggressioni contro il popolo palestinese, riportiamo questa breve raccolta di articoli uscita sul giornale nordcoreano The Pyongyang Times di condanna dell’aggressione sionista e di riaffermazione della solidarietà e della vicinanza alla Palestina e al suo popolo. Come ebbe a dire…

L’ingiustizia sarà castigata con la giustizia

Il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Popolare Democratica di Corea ha rilasciato il 19 marzo la seguente dichiarazione: Il 17 marzo le autorità malesi hanno commesso l’imperdonabile crimine di consegnare con la forza un innocente cittadino della RPDC agli Stati Uniti, accusandolo di essere un “criminale”. Questo spaventoso incidente è un prodotto diretto della…

Dichiarazione di Choe Son Hui

Choe Son Hui, prima viceministra degli affari esteri della Repubblica popolare democratica di Corea, ha rilasciato la seguente dichiarazione il 17 marzo Juché 110 (2021) a Pyongyang: A partire da metà febbraio, gli Stati Uniti hanno cercato di contattarci per diverse vie, compresa New York. In questi ultimi giorni hanno mendicato il contatto con noi…

Dichiarazione di Kim Yo Jong, prima vicedirettrice dipartimentale del Comitato Centrale del Partito del Lavoro di Corea

In questi ultimi giorni mi è giunta notizia, tramite media stranieri, di segnali reiterati da parte degli americani al nostro indirizzo. Mi è capitato persino di vederli alla televisione trasformarsi psicologicamente, spingendosi a suggerire l’opportunità di un vertice RPDC-USA. Per me è stato un interessantissimo modo di passare il tempo all’ora di colazione. Penso però…

Due dichiarazioni dei compagni coreani (3-4 giugno)

Dichiarazione del portavoce del Dipartimento Internazionale del CC del PLC (3 giugno)   Il Segretario di Stato USA Pompeo, intervistato dai media statunitensi il 31 maggio, ha definito la Cina una minaccia reale. Affermando che la minaccia cinese origina dalle idee del Partito Comunista, ha proferito idiozie sul fatto che gli USA lavoreranno coi propri…

Dichiarazione del portavoce del Comitato di Coordinamento Nazionale per l’Antiriciclaggio e la Lotta al Finanziamento del Terrorismo della Repubblica Popolare Democratica di Corea

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo comunicato giuntoci tramite l’ambasciata della RPD di Corea. *** Di recente, gli Stati Uniti si stanno lasciando andare a vociferazioni inaudite circa una “minaccia cibernetica” da parte della RPDC. Sappiamo bene che il fine ultimo degli Stati Uniti è deturpare l’immagine del nostro Stato e creare un pretesto per provocarci…