Si è svolta una cerimonia per il 50° anniversario della promulgazione della Costituzione socialista della RPDC. Lo stimato compagno Kim Jong Un vi ha preso parte

La Costituzione socialista di tipo jucheano, che garantisce per via legale l’esistenza e il potere invincibile della gloriosa Repubblica Popolare Democratica di Corea, manifesta decennio dopo decennio e secolo dopo secolo il suo grande vigore, contando sul fermo sostegno e sulla fiducia assoluta di tutto il popolo coreano.

Nei 50 anni seguiti alla sua istituzione e promulgazione dovute alle idee originali del Partito del Lavoro di Corea in materia di giurisprudenza, alla sua direzione dalla portata imperitura e alla volontà unanime dell’intero popolo, la Carta Magna ha promosso con brio l’avanzata e lo sviluppo incessanti della costruzione dello Stato. Inoltre, nonostante le sfide e le difficoltà più severe, essa compie eccellentemente la sua missione di strumento efficace per l’applicazione della politica di dare priorità alle masse popolari nella nuova era della rivoluzione jucheana, allorché il mondo intero perviene a scorgere la grande dignità e il potenziale dello Stato.

Il 26 dicembre si è svolta, al Palacongressi di Mansudae, la cerimonia commemorativa del 50° anniversario della promulgazione della Costituzione socialista della RPDC.

Lo stimato compagno Kim Jong Un, Segretario generale del Partito del Lavoro di Corea e Presidente della Commissione per gli Affari di Stato della RPDC, vi ha preso parte.

Allorché il Segretario generale è salito sulla tribuna, tutti i partecipanti hanno accolto con acclamazioni tempestose colui che, con la sua perspicacia straordinaria e la sua esperta direzione, ha illustrato comprensivamente le idee e la teoria jucheane sulla legislazione socialista nella nuova era e fa aumentare notevolmente la forza del regime sociale dello Stato, dirigendolo energicamente affinché la legge nazionale contribuisca all’edificazione di uno Stato indipendente e alla garanzia dei diritti e degli interessi del popolo.

Alla cerimonia hanno assistito Kim Tok Hun, Jo Yong Won, Pak Jong Chon e Ri Pyong Chol, membri del Presidium dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC.

Erano presenti anche i quadri del Partito e del governo, tra cui Ri Il Hwan, Kim Jae Ryong, Jon Hyon Chol, Pak Thae Song, Pak Jong Gun, Kim Yong Chol, Choe Son Hui, O Il Jong, Pak Thae Dok, Kim Hyong Sik, Jo Chun Ryong, Han Kwang Sang, Ri Chol Man, Kim Song Nam, Kim Yo Jong, Ri Son Gwon, Yang Sung Ho, Ju Chol Gyu, Ri Chang Dae, Pak Su Il, U Sang Chol e Kim Yong Hwan, nonché i dirigenti delle istituzioni delle forze armate come Ri Yong Gil, Jong Kyong Thaek e Ri Thae Sop, i deputati dell’APS nella capitale, i partecipanti alla VI sessione plenaria dell’VIII Comitato Centrale del PLC e i funzionari del settore legislativo e degli organi giudiziari.

Dichiarato l’inizio, è stato solennemente interpretato l’inno nazionale della RPDC.

Choe Ryong Hae, membro del Presidium dell’UP del CC del PLC, primo vicepresidente della Commissione per gli Affari di Stato e presidente del Presidium dell’APS della RPDC, ha presentato un rapporto intitolato Diamo un forte impulso all’istituzione delle leggi e allo sviluppo integrale dello Stato prendendo la Costituzione socialista jucheana quale unica arma.

Ha detto che la Costituzione socialista della RPDC, elaborata personalmente dal Presidente Kim Il Sung, è il codice più popolare e rivoluzionario che materializza le immortali idee del Juche, nonché un documento politico originale mai visto prima nella storia mondiale della giurisprudenza.

Ha fatto riferimento alla piena manifestazione della Carta costituzionale nei suoi vantaggi e nella sua vitalità come codice del grande Leader, del popolo e della rivoluzione sul cammino della complessa lotta rivoluzionaria che prosegue di secolo in secolo. Ha aggiunto che si sta scrivendo una nuova pagina dell’edificazione della legge socialista nella nuova era della rivoluzione coreana e si conseguono dei grandi cambiamenti nello sviluppo dello Stato.

«Il vertiginoso sviluppo della RPDC, che aspira a una grande potenza e a tutto quanto vi è di avanzato e di moderno, riceve un costante impulso con la forte garanzia legale e la dottrina del primato del nostro Stato si trasforma nel sentire ideologico di tutto il popolo», ha affermato.

«Questa realtà è il brillante risultato della direzione straordinaria del Segretario generale che ha chiarito i problemi teorici e pratici sorti nella strutturazione delle leggi jucheane», ha valutato.

Convinto che la Costituzione socialista continuerà a compiere magnificamente la sua missione storica di strumento per un energico impulso alla causa dell’edificazione di una potenza, egli ha espresso fermo sostegno alla Carta più vantaggiosa e poderosa del mondo raccogliendo la volontà generale di tutto il popolo coreano.

Ha ribadito che è un grande onore e un orgoglio per lo Stato e il popolo coreani quello di avere un grande documento politico che manterrà fermamente il socialismo coreano fino al giorno in cui si costruirà la società comunista realizzando questo ambizioso ideale.

Infine, ha esortato a lottare con maggior dinamismo per la prosperità eterna del grande Stato, nobile ideale e causa sacra del popolo coreano, prendendo la Costituzione socialista quale unica arma.

Ascoltando il rapporto che sintetizza la fiera storia cinquantennale della Carta Magna, tutti i partecipanti hanno preso la salda decisione di adempiere a ogni loro responsabilità e dovere appoggiando con dedizione totale le idee e la direzione del Segretario generale affinché la legge nazionale contribuisca alla realizzazione dell’ideale del PLC di dare priorità alle masse popolari.

La cerimonia si è configurata come un’occasione significativa per dichiarare ancora una volta all’interno e all’esterno del paese che la Costituzione socialista, garante della prosperità e della perenne esistenza dello Stato, sarà eterna assieme alla sacra storia della direzione del PLC sulla rivoluzione e al prestigio assoluto della degnissima RPDC.

Fonte: KCNA

Pubblicità

Un pensiero su “Si è svolta una cerimonia per il 50° anniversario della promulgazione della Costituzione socialista della RPDC. Lo stimato compagno Kim Jong Un vi ha preso parte

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...