KIM JONG UN – Le gesta compiute dai grandi vincitori rimarranno per sempre

Discorso alla VI Conferenza nazionale dei veterani

27 luglio Juche 109 (2020)

 

Stimati compagni veterani di guerra,

Oggi è il 27 luglio.

Il vittorioso 27 Luglio è il giorno in cui tutte le genti nate su questa terra celebrano con viva emozione la grande vittoria nella guerra che rimane scolpita nella storia del passato, ripetendo la parola vittoria.

Salutando oggi la festa della vittoria, io oggi vedo voi, stimati veterani di guerra, a questa conferenza ancora una volta. Sono così felice che non riesco a trovare parole per esprimere i miei sentimenti.

È un onore per noi avere voi, preziosi maestri, a questa conferenza.

In omaggio al 67° anniversario della vittoria nella grande Guerra di Liberazione Nazionale estendo, a nome del nostro Partito del Lavoro di Corea e del governo, calorose felicitazioni a voi partecipanti a questa conferenza e agli altri veterani di guerra e personalità che hanno compiuto azioni meritorie in tempo di guerra.

Porgo altresì nobili omaggi ai martiri rivoluzionari, noti e ignoti, che hanno sacrificato le loro preziose vite nella sacra guerra per la conquista della riunificazione e dell’indipendenza del loro paese e per la libertà e la felicità del loro popolo.

Avvalendomi di questa opportunità, offro i miei sinceri ossequi ai martiri e ai veterani dei Volontari del popolo cinese, che hanno dato un esempio genuino di amicizia militante aiutando il nostro popolo nella sua lotta rivoluzionaria a prezzo del proprio sangue.

Stimati compagni veterani di guerra,

Non potremmo pensare alla nostra patria oggi senza ricordare il sudore e il sangue versati dalla generazione dei vincitori nella guerra, il grande spirito che hanno dimostrato e il nobilitante sacrificio dei combattenti.

Noi li ricorderemo per sempre.

È prassi del nostro Partito mantenersi sempre in contatto con voi che avete compiuto gesta immortali scolpite nella storia del nostro paese, darvi la priorità e sentirsi orgoglioso delle vostre vite eroiche e degne. Questa conferenza si rivelerà un’occasione importante per dimostrare in patria e all’estero l’aspirazione e la volontà unanimi del nostro Partito e di tutto il nostro popolo di tramandare più vividamente i meriti dei veterani di guerra alla posterità e di sviluppare lo spirito combattente degli anni ’50 così da tradurre indefettibilmente in realtà i nobilitanti desideri dei predecessori.

Le distinte gesta compiute dalla vittoriosa generazione del tempo di guerra degli anni ’50 sotto la direzione del grande Leader compagno Kim Il Sung e la ricchezza spirituale e materiale che hanno lasciato in eredità alle generazioni successive stanno diventando col passare dei giorni beni sempre più preziosi che non possono essere barattati per niente al mondo. Il grande e profondo significato del nostro vittorioso 27 Luglio nella storia moderna non si limita assolutamente al fatto che un paese e una nazione abbiano difeso la propria dignità e sovranità in una guerra contro gli aggressori e abbiano creato un miracolo militare che risplenderà negli annali della storia delle guerre dell’umanità.

La grande Guerra di Liberazione della Patria è stata un’aspra guerra per la difesa della nostra neonata Repubblica e del destino e del futuro di decine di milioni di nostre genti e, allo stesso tempo, la prima guerra totale tra le forze fautrici dell’indipendenza e le forze egemoniche, tra il socialismo e il capitalismo, a essersi combattuta con l’inizio della Guerra fredda dopo la Seconda guerra mondiale. Stando così le cose, nessun precedente è rintracciabile quanto a ferocia e serietà dello scontro. Non potevamo paragonarci al nemico in nessun aspetto, dagli armamenti militari al potenziale economico passando per la popolazione e il territorio, ma in questa guerra la nostra neonata Repubblica ha stroncato l’offensiva militare degli imperialisti americani, che si vantavano di essere “i più forti al mondo”, e delle loro forze satelliti, e ha difeso il suo territorio e la sua sovranità a costo del suo sangue. Si è trattato di un grandissimo evento che ha scritto una storia eroica e leggendaria ineguagliata nella storia della nostra nazione e della rivoluzione mondiale. Il 27 Luglio ha rappresentato un punto di svolta nel far sì che il nostro paese e il nostro popolo, prima ridotti a uno Stato e a una nazione deboli, prendessero fieramente posto nella storia come un paese e un popolo eroici ammirati dal mondo, oltre che nello scatenare violente tempeste rivoluzionarie per l’indipendenza antimperialista, il socialismo e la liberazione nazionale sulla Terra.

Ma senza il grande 27 Luglio, non ci sarebbe oggi la Corea socialista a dimostrare la sua gloria in qualità di paese più degno, potente e indipendente, di paese del popolo, nel mondo di oggi e i tentativi prevaricatori degli imperialisti di porre l’Asia e il resto del mondo nella loro sfera di dominio non sarebbero stati fermati. Esso ha definito l’orientamento della nuova grande storia della rivoluzione e dell’edificazione socialiste postbelliche, ha creato le orgogliose tradizioni e la ricchezza con le quali il nostro paese e il nostro popolo possano vincere per sempre, ha trasformato il panorama politico globale e ha spinto con forza la tendenza dei tempi verso l’indipendenza e il socialismo: questo è un altro grande significato del 27 Luglio.

La vittoria nella Guerra di Liberazione della Patria è stata la vittoria del nobile patriottismo e dell’eroismo di massa dei nostri soldati dell’Esercito Popolare di Corea e del nostro popolo, la vittoria della giustizia e del progresso sull’ingiustizia e sulla reazione e la vittoria del socialismo, futuro dell’umanità, sul capitalismo, rifiuto della storia.

La Guerra di Liberazione della Patria, che ha reso a tutti chiara la natura aggressiva e brutale dell’imperialismo americano e che nessuno dimenticherà mai, ha privato tutte le genti di questa terra dei loro genitori, fratelli e sorelle e dei loro preziosi compagni d’armi e amici, portando loro tragedie e dolori disastrosi. Tuttavia, grazie alle gesta leggendarie della vittoriosa generazione del tempo di guerra, che ha superato tutte queste pene e difficoltà, ha preso forma il grande spirito di difesa del paese e della rivoluzione e l’eroismo, l’abnegazione e la forza d’animo ineguagliati si sono consolidati come tratti unici del nostro popolo.

La nostra vittoriosa generazione del tempo di guerra è una generazione fiera che ha creato una nuova storia di sviluppo della rivoluzione coreana dedicandovi il proprio sangue e la propria vita e ha sviluppato lo spirito rivoluzionario del Paektu al livello di uno spirito ideologico di tutto il popolo. Grazie ai soldati che hanno difeso ogni metro della loro patria a costo del proprio sangue con la ferrea fiducia di vincere fin quando guidati dal compagno Kim Il Sung, e alla gente sul fronte interno, che ha dato tutta se stessa per la vittoria nella guerra, l’invariabile mentalità di combattere il nemico fino alla morte e lo spirito rivoluzionario di autosufficienza consistente nel produrre armi a mani nude è stato potuto predisporre in toto come il coraggio dell’eroica Corea. Questo è il motivo per cui il nostro Partito tiene in alta considerazione e mette in risalto la vittoriosa generazione del tempo di guerra, che ha conquistato la vittoria a prezzo del suo sangue tra le fiamme della guerra, come una generazione orgogliosa che ha posto le basi per sviluppare le nostre tradizioni rivoluzionarie.

Essi sono parimenti eroi che, fedelmente all’appello del Partito, hanno instaurato il sistema socialista e gettato le fondamenta di un paese potente e indipendente nello spirito di Chollima, oltre che grandi maestri che hanno impiantato uno spirito e un animo nobili nei cuori delle generazioni successive. Nei giorni in cui hanno svolto ruoli chiave in tutti i settori, la nostra edificazione socialista è stata testimone dell’avanzata e dello slancio più veloci e sbalorditivi e gli aneddoti delle loro gesta hanno servito da modello e da eccellente manuale di vita e di concezione rivoluzionaria della vita per le generazioni del tempo di pace che non sono passate attraverso l’esperienza di una guerra.

Senz’altro, essi sono eccellenti rivoluzionari e patrioti, tesori incommensurabili della nostra rivoluzione i quali, pur avendo essi stessi sperimentato difficoltà, hanno dedicato tutto se stessi alle generazioni future sostenendo invariabilmente e pienamente il Partito e il leader in tutto il percorso, dagli aspri giorni di guerra a quelli della ricostruzione postbellica e dell’edificazione socialista. Il nostro Partito considera motivo di grande orgoglio e onore avere simili predecessori rivoluzionari come voi, che avete mantenuto una visione nobile delle generazioni future e della rivoluzione, e dà preminenza alla vittoriosa generazione del tempo di guerra come esempi da cui tutti dovranno per sempre imparare.

Stimati compagni veterani di guerra,

La storia dei circa 70 anni seguiti alla guerra non può essere chiamata “tempo di pace” in quanto il feroce scontro col nemico è continuato e le minacce e le pressioni degli imperialisti per invadere e saccheggiare il nostro Stato sono aumentate ogni istante.

Con lo spirito e la volontà di vittoria generati dall’immortale 27 Luglio, noi abbiamo scelto di nostra spontanea volontà l’arduo cammino del rafforzamento della potenza nazionale, con lo sguardo rivolto a un luminoso futuro per il nostro Stato e non abbiamo mai cambiato idea, stringendo la cinghia quando altri facevano a gara nella ricerca di una “prosperità” immediata.

Poiché dobbiamo avere una forza assoluta con la quale prevenire e scoraggiare la guerra stessa, così da non subire ancora una volta i dolori e le sofferenze della guerra degli anni ’50, siamo avanzati lungo il cammino dello sviluppo autonomo di uno Stato nucleare affrontando tutte le pressioni e le sfide e superando avversità senza precedenti che avrebbero messo altri in ginocchio cento volte. E adesso siamo diventati capaci di difenderci con sicurezza contro qualsiasi forma di pressione ad alta intensità e di minaccia militare da parte dei reazionari imperialisti e delle altre forze ostili.

La guerra è uno scontro armato che si può scatenare solo contro chi è debole.

Oggi nessuno può disprezzarci.

Non permetteremo ad alcuno di guardarci dall’alto in basso e se lo fa gliela faremo pagare cara.

Grazie alla nostra affidabile ed efficace deterrenza nucleare di autodifesa, la parola guerra non esisterà mai più su questa terra e la sicurezza e il futuro del nostro Stato saranno garantiti per sempre.

Noi celebriamo il 27 Luglio ogni anno, da una generazione all’altra, ma il giorno che cade in quest’anno, in cui il nostro Stato si è assicurato una posizione strategica che il mondo non può ignorare ma solo riconoscere, fa nascere in noi un’emozione speciale, e il significato della vittoria nella guerra e i meriti ottenuti dai veterani di guerra sono diventati più preziosi e inorgoglienti.

Compagni,

Molto tempo è passato e tante cose sono cambiate da quando sono finiti gli spari della guerra, ma il nobile spirito che i martiri e i veterani di guerra hanno dimostrato è sempre vivo, incoraggiando il nostro popolo a nuove lotte.

Nei volti di voi veterani di guerra vediamo ora i ritratti di tutti i compagni d’armi che non sono riusciti a tornare dal fronte in quegli oscuri anni e degli indimenticabili martiri che si sono dedicati anima e corpo all’edificazione socialista, e che ci spronano a raddoppiare gli sforzi così da essere orgogliosi dinanzi a loro. Proprio come voi avete scritto un nuovo capitolo nella storia della costruzione di un paese prospero sviluppando brillantemente le tradizioni della lotta antigiapponese, le nuove generazioni di oggi conquisteranno la vittoria finale del socialismo di nostro tipo indefettibilmente ereditando il vostro spirito.

La storia della guerra vittoriosa ci insegna la verità immutabile che un popolo armato di un grande spirito può creare un grande miracolo.

Iscrivendo lo spirito degli anni ’50 nelle menti di tutti i soldati e del popolo a caratteri dorati, il nostro Partito farà sì che ognuno di essi diventi un combattente che rimanga stabile in qualsiasi avversità e conduca un’esistenza fatta di nuovi miracoli e nuove vittorie così da non provare sentimenti di vergogna di fronte ai martiri e ai veterani di guerra.

Non abbiamo mai dimenticato il rancore che vi è derivato dal dover tornare indietro, versando lacrime amare dopo aver sepolto i vostri compagni d’armi caduti sulle rive del Raktong vicino al Mar Meridionale di Corea, per via di una mancanza di armi. Ricordandoci sempre della verità per la quale solo allorquando ci siamo assicurati la nostra sovranità e il nostro diritto all’esistenza possiamo conseguire e promuovere la felicità, e per cui al fine di difendere il destino del nostro Stato e del nostro popolo dobbiamo avere una forte potenza di nostra creazione, noi non ci arresteremo neanche per un momento sulla via dell’edificazione delle più potenti capacità di difesa che nessuno osi sfidare.

Compagni,

Quello che i combattenti della guerra si immaginavano così beatamente in tutti quei giorni e quelle notti di battaglie mortali doveva essere un bel paradiso del popolo che sarebbe stato costruito su questa terra di 1200 chilometri. Il nostro Partito opererà con coraggio raddoppiato per realizzare indefettibilmente il sogno e l’ideale dei predecessori per un paese potente e renderà il nostro popolo il più felice al mondo.

Tutti dovranno glorificare le proprie vite in quanto vincitori sulla via della trasformazione del proprio paese in un paese prospero, vedendo se stessi alla luce delle vite della vittoriosa generazione del tempo di guerra. Le condizioni e la situazione attuali sono difficili, ma non sono niente in confronto a quelle dei giorni di guerra.

Il nostro Partito farà sì che tutti i funzionari, i militanti e gli altri lavoratori conseguano orgogliose vittorie su tutti i fronti dell’edificazione socialista inalberando la parola d’ordine «Viviamo e lottiamo nello spirito dei grandi difensori del paese!».

Esso formerà in egual misura i soldati a essere combattenti versatili, in grado di sconfiggere ciascuno cento nemici, che abbiano acquisito uno spirito rivoluzionario indomito, un valoroso coraggio militante e l’alto patriottismo custodito dai veterani di guerra come parte delle loro qualità mentali, e affinché padroneggino a dovere il nostro stile di combattimento.

La storia della guerra vittoriosa tramanda ai posteri le gesta di numerosi eroi tra cui Ri Su Bok, Jo Kun Sil e Kang Ho Yong in relazione alla parola gioventù. Il Partito crescerà tutti i giovani di modo che diventino persone passionali e fedeli e rivoluzionari incrollabili che pensino prima al Partito e al paese e siano pronti a dare corpo e anima per la società e il collettivo, come quegli eroi che hanno donato senza esitazioni le loro uniche vite per il solo e unico loro paese dinanzi alla morte.

In questo modo, esso potrà far sì che le nostre grandi tradizioni della nostra ideologia e del nostro sistema, che avete difeso a costo del vostro sangue, oltre che della nostra vittoria, si sviluppino da una generazione all’altra.

Esso farà in modo che si crei nella società un clima di rispetto, considerazione e uso di un trattamento preferenziale nei confronti dei veterani di guerra e degli altri predecessori rivoluzionari e che questo diventi un tratto nazionale inamovibile.

Il nostro Partito si prenderà cura di voi, veterani di guerra, in tutta sincerità e assumendosi piena responsabilità per la vostra salute e la vostra vita cosicché possiate diventare più vigorosi seppur invecchiando e dar lustro alla vostra gloriosa vita.

Esso garantirà che le organizzazioni di Partito, le istituzioni governative, le organizzazioni dei lavoratori a tutti i livelli e il popolo intero concepiscano come parte del proprio nobile obbligo e dovere morale prendersi buona cura dei veterani di guerra come farebbero coi propri genitori, e fare per essi tutto ciò che è in loro potere.

Anche se il tempo passa e ogni generazione viene sostituita dalla successiva, l’eroico spirito combattente e le gesta immortali della vittoriosa generazione del tempo di guerra faranno ribollire più forte il sangue rosso dei nostri discendenti per l’eternità, e questo grande spirito, queste grandi gesta vivranno per sempre con l’avanzata vittoriosa della nostra rivoluzione.

Stimati compagni veterani,

Voi, devoti veterani di guerra, avete sconfitto l’imperialismo americano che si vantava di essere “il più forte al mondo” e gli eserciti dei suoi seguaci e siete passati attraverso quei duri anni e ogni sorta di difficoltà; ma, come dice il detto: Tempus fugit, e molti dei veterani sono scomparsi mentre i capelli di voi qui presenti si sono tinti di bianco. Vedendo ciò, mi dispiaccio e mi rattristo che il tempo passi.

Compagni veterani di guerra, vi auguro ancora e ancora di godere di buona salute.

Chiedo in tutta sincerità agli stimati veterani di guerra in tutto il paese di vivere a lungo e in buona salute, fungendo da fonte eterna della nostra forza e da baluardi spirituali.

Viva la grande vittoria del 27 Luglio!

Fonte: YouTube

 

* Si ringrazia l’ambasciata della RPD di Corea per averci fornito il testo scritto integrale del discorso del compagno Kim Jong Un.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...