VI Conferenza nazionale dei veterani

Mentre il popolo di tutto il paese celebra in modo significativo il 67° anniversario della vittoria nella grande Guerra di Liberazione della Patria, la VI Conferenza nazionale dei veterani si è solennemente svolta il 27 luglio alla Casa della cultura 25 Aprile a Pyongyang.

Kim Jong Un, Presidente del Partito del Lavoro di Corea, Presidente della Commissione Affari di Stato della RPDC e Comandante supremo delle forze armate della RPDC, l’ha onorata della sua presenza.

Alla conferenza hanno preso parte i veterani della guerra e le altre persone meritorie del tempo di guerra le quali, animate da una fedeltà senza limiti nei riguardi del Leader, avevano dato prova di uno spirito di sacrificio inaudito e di un coraggio straordinario nella sacra guerra per la difesa della patria.

Vi erano parimenti presenti i presidenti dei comitati provinciali del Partito, i quadri dei ministeri e di altri organismi a livello centrale e delle forze armate, il personale didattico e amministrativo e gli alunni delle scuole rivoluzionarie, così come giovani e studenti della capitale.

Al suono di una musica di benvenuto, il Dirigente Supremo Kim Jong Un ha fatto la sua comparsa sulla tribuna d’onore insieme a dei veterani di guerra.

Tutti i partecipanti hanno lanciato degli «evviva» con un sentimento di venerazione illimitata verso di lui che rappresenta il simbolo della potenza, della dignità e dell’invincibilità della Corea del Juche.

Kim Jong Un ha risposto calorosamente alle acclamazioni entusiaste dei veterani di guerra, patrioti autentici che hanno apportato un contributo memorabile alla vittoria in guerra della nostra Repubblica.

Hanno preso posto sulla tribuna d’onore Choe Yong Rim, Yang Hyong Sop, Thae Jong Su, Ri Myong Su, Ri Yong Mu, O Kuk Ryol e Kim Si Hak, e altri veterani di guerra che hanno lavorato a lungo come quadri responsabili del Partito, del governo e degli organismi delle forze armate; Choe Ryong Hae, membro del Presidium dell’Ufficio Politico del Comitato Centrale del PLC, primo vicepresidente della Commissione Affari di Stato della RPDC e presidente del Presidium dell’Assemblea Popolare Suprema; Pak Pong Ju, membro del presidium dell’UP del CC del PLC, vicepresidente della CAS della RPDC e vicepresidente del CC del PLC; Ri Pyong Chol, Ri Il Hwan, Choe Hwi, Choe Pu Il, Ri Man Gon, O Su Yong, Jo Yong Won, Kim Yo Jong, Kim Yong Hwan, Pak Jong Nam, Ri Hi Yong, Kim Jong Ho, quadri del Partito e del governo; quadri delle organizzazioni dei lavoratori e degli organismi delle forze armate, tra cui Pak Jong Chon e Kim Jong Gwan.

Kim Jong Un ha pronunciato un significativo discorso di felicitazioni nel quale si è congratulato di tutto cuore coi partecipanti alla conferenza, con tutti gli altri combattenti della Guerra di Liberazione della Patria e le persone meritorie del tempo di guerra in occasione del 67° anniversario della vittoria nella Guerra.

Allo stesso tempo, ha porto i suoi profondi omaggi ai martiri rivoluzionari, noti o ignoti, che hanno sacrificato la loro preziosa vita nella sacra guerra per la riunificazione e l’indipendenza della patria come per la libertà e la felicità del popolo, e ai martiri e veterani dell’Esercito dei volontari del popolo cinese che diedero un vero esempio di amicizia militante aiutando il nostro popolo, a prezzo del loro sangue, nella sua guerra rivoluzionaria.

Ha apprezzato altamente la vita eroica della generazione uscita vittoriosa dalla guerra, la quale generazione, fedele alla direzione del grande Leader Kim Il Sung, ha compiuto imprese notevoli nell’aspra Guerra di Liberazione della Patria e ha creato un nobile spirito di lotta, e ha espresso la sua speranza che i veterani di guerra permetteranno alla generazione che viene di continuare fedelmente lo spirito degli anni ’50 come il lignaggio della sua fede.

Terminato il discorso, una tempesta di «evviva» è esplosa di nuovo.

Dopo Kim Sung Un, Eroe della Repubblica e guida del museo della Guerra di Liberazione della Patria, hanno preso la parola Jo Chun Hyok, studente dell’Università Kim Il Sung, e Ji Yong Min, ufficiale dell’Esercito Popolare di Corea.

Interpretando il sentimento di tutti i giovani e i soldati del paese, essi hanno rivolto le loro felicitazioni calorose e i loro saluti militanti ai veterani che hanno partecipato alla conferenza grazie all’immensa sollecitudine del nostro Partito.

Gli oratori hanno preso la ferma decisione di difendere a costo della vita il Comitato Centrale del Partito con alla testa il grande compagno Kim Jong Un e di mantenersi in prima linea nell’applicazione della linea del Partito, profondamente coscienti che la difesa risoluta del Leader garantisce la storia della vittoria perpetua e il trionfo del socialismo.

Kim Jong Un ha rivolto nuovamente le sue calorose congratulazioni a tutti i veterani del paese che hanno compiuto alte gesta che risplenderanno eternamente nella storia della patria.

La VI Conferenza nazionale dei veterani ha dimostrato pienamente la ferma volontà del nostro popolo e del nostro esercito di far brillare per sempre, sotto la direzione del Dirigente Supremo Kim Jong Un, la storia e le tradizioni gloriose della vittoria create e perpetuate dal Presidente Kim Il Sung e dal Dirigente Kim Jong Il, e di condurre a termine l’opera di edificazione di una potenza socialista.

Fonte: Rodong Sinmun

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...